La Borsa di Milano apre in calo. Il primo indice Ftse Mib cede lo 0,59% a 25.135 punti. Unico titolo in rialzo è Inwit (+0,29%). In calo i bancari: Banca Generali (-2,12%), Bper Banca (-2,05%) e Banco Bpm (-1,85%).

Borse Europee in negativo dopo i verbali della Fed e gli investitori che temono un inasprimento anticipato della politica monetaria. I mercati guardano con preoccupazione alla variante delta del coronavirus e all’aumento dei contagi. Parigi -0,74%, Francoforte -0,69%, Londra -0,96%.

Le Borse asiatiche chiudono in calo con la ripresa dei contagi da coronavirus in Giappone e Corea del Sud. Gli investitori guardano alle prossime mosse della Fed con i timori che la banca centrale americana possa inasprire la politica monetaria in anticipo rispetto alle previsioni.
Sotto i riflettori anche lo stallo dell’Opec+ e l’altalena del prezzo del petrolio. Tokyo ha terminato a -0,88%.

Sul fronte macroeconomico in arrivo la bilancia commerciale della Germania ed i verbali della Bce. Dagli Stati Uniti previste le scorte di petrolio e le richieste settimanali dei sussidi di disoccupazione.

Invertita la marcia del prezzo del petrolio dopo i rialzi dei giorni scorsi, spinti dal mancato accordo sui target di produzione dei paesi Opec+. Il Wti del Texas scende così ancora frazionalmente rispetto ai valori di ieri sera poco sopra i 72 dollari al barile a 72,02 (-0,2%) il Brent a 73,38 dollari (-0,07%).

Nei cambi euro poco mosso sul dollaro a 1,1798 in avvio di giornata (1,1789 ieri sera a New York). Sullo yen la moneta unica passa di mano a 130,5.

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha aperto in leggera diminuzione a 104 punti base, per poi risalire. Il rendimento è a +0,72%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.