Autostrade per l’Italia, “d’intesa con il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e nell’ambito della più ampia gestione della concessione”, ha attivato già dal 2020 riduzioni o azzeramenti del pedaggio a favore dell’utenza nelle tratte oggetto di sensibili disagi a causa di lavori di manutenzione, per un totale di 77 milioni di euro”.

Così Aspi “risponde” al procedimento avviato dall’Antitrust per la mancata riduzione dei pedaggi nei tratti autostradali colpiti dalle maggiori criticità di viabilità.

Nelle tratte su cui sono state attivate le riduzioni, spiega Autostrade, “rientrano, peraltro,
proprio quelle segnalate a suo tempo dall’Agcm (dove erano presenti riduzioni di carreggiata, poi risolte, imposte dall’Autorità giudiziaria), il cui procedimento riguarda eventi non attuali, ma avvenuti tra dicembre 2019 e gennaio 2020”.

La società specifica anche che insieme al ministero “è in corso di ultimazione il nuovo sistema di cashback del pedaggio: l’obiettivo è quello di ristorare gli utenti che possano incorrere in ritardi sui tempi medi di percorrenza.

Attraverso l’adozione di nuove tecnologie digitali, sottolinea ancora Autostrade, il ristoro tramite cashback “avverrà in modo automatico, trasparente e commisurato ai tempi di percorrenza effettivi. In ogni caso, come ampiamente comunicato all’utenza, esenzioni o riduzioni del pedaggio sono state mantenute fino a oggi o attivate ex novo sulle tratte con maggiore presenza di cantieri (per esempio nella rete ligure o sulla A1 tra Firenze Sud e Scandicci in direzione Bologna)”.

Per l’attivazione del cashback del pedaggio Aspi sta finalizzando con il ministero gli ultimi fondamentali passaggi autorizzativi, che conta di “concludere al più presto, così da poter avviare il nuovo sistema – il primo a livello europeo – inizialmente in via sperimentale”.

“Nello spirito di massima collaborazione e rispetto per il fondamentale ruolo svolto dall’Agcm, Aspi avvierà oggi stesso nuove interlocuzioni formali con l’Autorità per rappresentare preventivamente le caratteristiche del nuovo servizio cashback prima della sua entrata in funzione”, conclude la società.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.