La genovese Assotrasporti, associazione nazionale di categoria degli autotrasportatori, con Eumove, associazione paneuropea per la mobilità, ha partecipato all’incontro telematico con l’assessore regionale Andrea Benveduti, assistito da Isabella Calomino e Jacopo Riccardi, chiedendo l’intervento immediato della Regione per porre fine all’insostenibile situazione delle infrastrutture della rete viaria e ferroviaria ligure e di promuovere la riduzione dei pedaggi autostradali nei tratti in cui sono presenti gravi criticità.

«La riduzione dei pedaggi autostradali sulle tratte interessate da importanti lavori di manutenzione che ne impediscano la normale fruizione è un atto dovuto nei confronti degli autotrasportatori e di tutti i lavoratori che sono costretti a ore di coda per l’elevata concentrazione dei cantieri» dichiara Secondo Sandiano, presidente Assotrasporti e vicepresidente vicario di Eumove.

Ricordando la richiesta di dichiarazione dello stato d’emergenza per la disastrosa situazione delle infrastrutture italiane del 17 gennaio 2020, antecedente lo scoppio della pandemia, Assotrasporti da tempo chiede al Governo centrale e alle giunte regionali di intervenire concretamente per risolvere le criticità delle vie di comunicazione e permettere agli autotrasportatori di lavorare in sicurezza. A tal proposito, anche la Regione ha comunicato di aver inviato più richieste all’Esecutivo e di aver segnalato le criticità che penalizzano le imprese liguri, senza ottenere adeguata risposta.

Osservando i numerosi cantieri autostradali, i partecipanti hanno concordato che sarebbe opportuno concentrare i lavori su tronconi più brevi, così da avere il minor numero possibile di interruzioni alla viabilità attive in contemporanea e chiudere la manutenzione dei tratti interessati in tempi certi, ma soprattutto brevi.

«Se si concentrasse la forza lavoro in maniera puntuale su alcuni tratti autostradali, si potrebbe ridurre il numero di cantieri aperti in contemporanea e, di conseguenza, i disagi all’utenza» aggiunge Fabrizio Civallero, segretario Assotrasporti.

I partecipanti hanno quindi concluso l’incontro concordando sulla necessità di redigere un documento unico a firma di tutte le associazioni di tutte le categorie economiche rappresentante in Liguria, affinché si possa fare fronte comune e presentare le richieste il prossimo 4 agosto 2021, in occasione del tavolo di confronto cui parteciperanno il ministero, la Regione, Aspi e gli operatori dell’autotrasporto.

Assotrasporti ed Eumove invitano tutti i cittadini, politici, associazioni, enti e imprese a partecipare attivamente alla campagna “Salva Vite” per la messa in sicurezza del sistema viario e ferroviario italiano.

Le associazioni colgono l’occasione per promuovere il gruppo Facebook “Stato emergenza strade e ferrovie per prevenire crolli e morti”.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.