Circa 500 le persone contattate ieri dal call center della Regione Liguria per anticipare la prima dose di vaccino anti Covid-19.

In queste ore sono stati 15 gli operatori utilizzati per accelerare la campagna vaccinale dopo lo stop di Astrazeneca e Johnson&Johnson agli under 60: «Gli operatori saliranno fino a 50 nei prossimi giorni − ha detto il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti − per cui prevediamo di aumentare anche il numero delle persone contattate. Da oggi abbiamo iniziato a telefonare a chi aveva la prenotazione più avanti nel tempo. In ogni caso manteniamo un ottimo ritmo delle dosi somministrate visto che fino alle 12 di ieri sono stati fatti 15.362 vaccini».

La decisione di anticipare la prima dose a chi ha già prenotato ha l’obiettivo di mantenere il target di somministrazioni assegnato alla Liguria dalla struttura commissariale, anche a seguito delle sopravvenute indicazioni riguardanti l’utilizzo dei vaccini a vettore virale (AstraZeneca e Johnson&Johnson).

A oggi intanto in Liguria sono 63 le persone ricoverate a causa del Covid-19, di cui 51 in media intensità: «Un dato che conferma il calo costante della circolazione del virus in Liguria – ha detto ancora Toti – evidenziato anche dal fatto che nelle ultime 24 ore si siano registrati 0 nuovi casi in Asl 1, Asl 4 e Asl 5, con solo 1 positivo a Savona e 6 a Genova (1 non riconducibile alla residenza in Liguria). Sul fronte dell’incidenza, la Liguria è a 7 casi su 100 mila abitanti a settimana. A Imperia l’incidenza è ulteriormente in discesa con 0,5 casi mentre Savona è a 12 casi, Spezia a 5 e la Città metropolitana di Genova a 6».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.