Nuove linee di finanziamento a medio-lungo termine per 5,3 milioni di euro sono state deliberate da un pool di banche composto da Banca Carige e da Banco Bpm, in qualità di banca agente, a supporto della fase di accelerazione dello sviluppo della società agricola ArteOlio. L’erogazione si inserisce in una più ampia operazione di finanziamento avviata lo scorso agosto con una prima linea di credito di 5,9 milioni di euro accordata da Banco Bpm.

ArteOlio Società Agricola srl è una pmi innovativa operativa a Grosseto da ottobre 2019 e controllata dalla holding di private equity milanese Verteq Capital, guidata da Ennio Valerio Boccardi.

Con questa ulteriore operazione di finanziamento ArteOlio porta le risorse finanziarie complessive reperite negli ultimi 18 mesi a 10,5 milioni di euro di capitale e a 11,2 milioni di euro di finanziamenti bancari a medio-lungo termine, a supporto dello sviluppo di 500 ettari di terreni in Toscana per la produzione e commercializzazione di olio extra vergine di oliva di prima qualità con le migliori tecniche innovative e sostenibili.

«Siamo grati a Banco Bpm per la rinnovata fiducia e supporto che ci ha offerto – commentano in una nota Augusto Lippi e Riccardo Schiatti, rispettivamente presidente e amministratore delegato di ArteOlio – e molto lieti di accogliere fra i nostri finanziatori Banca Carige, il cui contributo prezioso consente ora di imprimere una forte accelerazione al nostro ambizioso progetto di investire nel territorio toscano e salvaguardare il made-in-Italy nell’olivicoltura».

«Il sostegno al made-in-Italy e alle eccellenze italiane è prioritario nelle nostre politiche di attenzione e di vicinanza alle imprese. – afferma Gianluca Guaitani, chief commercial officer di Banca Carige –. Con questa operazione diamo un contributo a due driver fondamentali per la ripartenza del Paese, cioè innovazione e sostenibilità».

Secondo Adelmo Lelli, responsabile della Direzione Territoriale Tirrenica di Banco Bpm, «Questa operazione è un esempio concreto dell’attenzione che Banco Bpm pone, quale banca del territorio, nei confronti delle migliori imprese del Paese impegnate in percorsi di crescita strutturati, sostenibili e innovativi. Quello agricolo è un settore strategico nazionale e per questo siamo costantemente impegnati nella ricerca di prodotti e soluzioni adatti alla peculiarità di tale business».

Per i profili legali dell’operazione di finanziamento Banca Carige e Banco Bpm sono stati assistiti dallo studio Greco Vitali Associati, mentre ArteOlio e i suoi soci sono stati assistiti dallo studio Curtis, Mallet-Prevost, Colt & Mosle.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.