Si rivolge alle pmi del Nord Ovest e della Sardegna la tappa odierna dello Smart International Tour, il progetto di Intesa Sanpaolo dedicato all’internazionalizzazione delle pmi in collaborazione con Monitor Deloitte, la divisione di consulenza strategica di Deloitte. L’iniziativa risponde agli obiettivi di crescita promossi da “Motore Italia”, il programma avviato da Intesa Sanpaolo a livello nazionale per sostenere la liquidità e gli investimenti nella transizione sostenibile e digitale delle imprese, che per le regioni del Nord Ovest prevede complessivamente uno stanziamento di circa 5,3 miliardi di euro e per la Sardegna di 600 milioni di euro.

Il webinar di oggi è dedicato agli Stati Uniti e al Brasile con la partecipazione, per Intesa Sanpaolo, di Stefano Cappellari, direttore commerciale Imprese della Direzione regionale Piemonte Nord, Valle d’Aosta e Sardegna e di Riccardo Chiapello, direttore commerciale Imprese della Direzione regionale Piemonte Sud e Liguria. In particolare, si approfondirà la situazione attuale negli Usa e in Brasile, affrontandone le rispettive specificità e i principali temi di interesse per le imprese italiane, attraverso i contributi di Monitor Deloitte, della filiale Hub Intesa Sanpaolo New York e della sede di Intesa Sanpaolo Brasil.

Saranno inoltre presentati i servizi e gli strumenti messi a disposizione da Intesa Sanpaolo per fornire alle imprese un sostegno concreto per il loro rilancio internazionale grazie agli specialisti dedicati.

Secondo un’analisi condotta da Monitor Deloitte sull’andamento economico di alcuni paesi focus (Regno Unito, Brasile, Germania, Spagna, Emirati Arabi, Stati Uniti, Romania), dopo la recessione che ha caratterizzato il 2020, nel 2021 è attesa una ripresa sulla spinta sia dei consumi nazionali che degli scambi commerciali. In particolare, ci si aspetta una forte accelerazione degli scambi internazionali per tutti i paesi mondiali, con un +7,5% nelle economie avanzate e un +9,2% nelle economie in via di sviluppo.

In termini di rapporti commerciali con l’Italia, gli Usa si confermano un importante partner a cui il nostro paese destina circa il 9% del proprio export. Al tempo stesso il Brasile, verso cui l’Italia esporta circa l’1% del valore complessivo dell’export,si distingue come un interessante mercato con diverse opportunità di sviluppo.

Il programma 2021 dello Smart International Tour, quest’anno alla seconda edizione, prevede un ciclo di 23 webinar rivolti alle imprese clienti della Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo – guidata da Stefano Barrese – per sostenerle nella crescita internazionale grazie al network del Gruppo Intesa Sanpaolo in tutto il mondo. Attraverso la sua rete estera presente in circa 40 paesi e costituita da filiali, uffici di rappresentanza e banche controllate, Intesa Sanpaolo affianca le pmi in percorsi di crescita e ne accompagna lo sviluppo verso nuovi mercati.

Il ciclo di appuntamenti si focalizza su 7 aree di interesse per le imprese che vogliono crescere nei mercati esteri di Brasile, Gran Bretagna, Stati Uniti, Germania, Spagna, Emirati Arabi Uniti e Romania. I singoli paesi sono oggetto di appuntamenti che stanno coinvolgendo tutte le 12 direzioni regionali della Banca dei Territori, le strutture della rete internazionale della Divisione IMI Corporate & Investment Banking – guidata da Mauro Micillo – tra cui le filiali HUB di Londra, New York e Dubai, le filiali di Francoforte, Madrid, Abu Dhabi e Intesa Sanpaolo Brasil SA, Intesa Sanpaolo Bank Romania, banca che rientra nel perimetro della Divisione International Subsidiary Banks – guidata da Marco Elio Rottigni – oltre agli esperti di Monitor Deloitte.

«L’iniziativa Smart International Tour – dichiara Anna Roscio, executive director Sales&Marketing Imprese Intesa Sanpaolo – testimonia la nostra proficua collaborazione con Deloitte alla luce dell’interesse crescente verso i mercati esteri da parte delle imprese italiane nell’ottica di una ripresa accelerata. I percorsi di internazionalizzazione sono un caposaldo della strategia di Intesa Sanpaolo che resta l’interlocutore ideale per affiancare le pmi anche per questi obiettivi. La seconda edizione dell’iniziativa, giunta quasi a metà del suo percorso, ha registrato un’ottima partecipazione di imprenditori che hanno manifestato grande interesse per i temi trattati con focus sulla ripartenza economica e sulle prospettive di sviluppo delineate nei mercati esteri. Già nella prima edizione 2020 abbiamo coinvolto moltissime pmi e identificato con esse nuove opportunità di business in Italia e all’estero, pur nel difficile contesto di emergenza sanitaria».

Manuel Pincetti, partner Monitor Deloitte responsabile per i servizi di Strategic Transformation & Growth di Deloitte in Italia, precisa: «Alla luce del contesto che stiamo vivendo, l’internazionalizzazione si conferma come una delle principali direttrici di crescita e sviluppo, oltre che di de-risking del business, delle Imprese italiane. È quindi nostro compito offrire loro gli strumenti concreti per valutare la potenzialità dei mercati esteri, pianificare e cogliere a pieno le opportunità della ripresa oltre i confini nazionali. Con questo spirito come Monitor Deloitte abbiamo accettato con entusiasmo l’invito di Intesa Sanpaolo alla seconda edizione degli Smart International Tour per valorizzare al meglio le opportunità e creare le condizioni per fare dell’internazionalizzazione una realtà».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.