L’amministrazione Comunale di Cogorno, insieme ai comuni di Lavagna, Ne e Sestri Levante, ha organizzato un incontro tecnico operativo con i progettisti e le guide ambientali, ideatori del “Sentiero dei Celti e dei Liguri“.

Scopo dell’incontro creare una collaborazione che colleghi la valorizzazione del Massiccio del Monte San Giacomo Capenardo all’itinerario. Un gruppo di guide è partito lo scorso 28 maggio da Milano ed è arrivato nel pomeriggio di ieri, domenica 6 giugno, a Sestri Levante, passando per il Massiccio; in località Le Rocchette le guide hanno incontrato i rappresentanti delle quattro amministrazioni comunali, che da circa due anni stanno lavorando insieme nella valorizzazione del progetto, offrendo una degustazione a base di prodotti tipici locali.

«Un incontro molto positivo e proficuo – dichiara la geografa Angela Rollando, coordinatore del progetto di valorizzazione del Massiccio del Monte San Giacomo Capenardo – intendiamo avviare una collaborazione con i promotori del “Sentiero dei Celti e dei Liguri“, in cui l’area del massiccio sarà l’ultima tappa del percorso, prima di arrivare al mare. L’importanza di questo sentiero è rappresentata anche dal fatto che svolge un importantissimo raccordo tra l’area del Massiccio e l’Alta via dei monti liguri, area che è fortemente caratterizzata dalla presenza delle antiche cave d’ardesia. Coinvolgeremo operatori turistici, associazioni sportive e imprese nella valorizzazione e nella conoscenza del nuovo itinerario».
«È stato un incontro molto positivo che agevola tanto la realizzazione del Sentiero dei Celti e dei Liguri nel tratto più bello prima dell’arrivo al mare – dice l’architetto e guida ambientale ed escursionistica, tra gli ideatori del progetto, Emanuele Mazzadi – si tratta di un percorso che abbiamo appena testato che parte da piazza Duomo a Milano per arrivare al mare attraverso l’Appennino e il Monte Penna, lungo 220 chilometri. Il lavoro che stanno già facendo i comuni di Cogorno, Lavagna, Ne e Sestri Levante è prezioso perchè valorizzerà l’area strategica del Monte San Giacomo Capenardo. La sintonia con i quattro comuni è stata ottima; non vediamo l’ora di poter procedere alla segnatura del percorso dando così risposta alle tante richieste che stanno arrivando per percorrere l’intero tracciato».
«Questa iniziativa indubbiamente è un valore aggiunto al progetto intercomunale riguardante il nostro Massiccio – sottolinea il sindaco di Cogorno Gino Garibaldi – Importante l’incontro di stamattina dove abbiamo dato risalto al nuovo itinerario per creare un ponte di accoglienza e di ristoro; lavorare attentamente per gustarsi un borgo antico, un paesaggio meraviglioso e le nostre pietanze della tradizione anche culinaria. Obiettivo finale del progetto rilanciare l’economia territoriale rinsaldando lo storico legame culturale tra la Lombardia, l’Emilia ed il Tigullio».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.