Seduta in leggero ribasso per la Borsa di Milano: l’indice Ftse Mib ha chiuso in calo dello 0,21% a 25.713 punti. L’all share ha terminato a -0,23% (28.199 punti), mentre l’Aim Italia è in controtendenza a +0,14% (9.704 punti). Tra i titoli in evidenza Ferrari (+1,92%) e Amplifon (+1,82%), calo Tenaris (-2,24%).

Mercati azionari europei senza una direzione precisa: Londra ha chiuso in calo dello 0,44%, mentre Francoforte ha segnato in rialzo finale dello 0,11%, nonostante il crollo di Curevac (-48%) a causa dell’annuncio della scarsa efficacia del vaccino in fase di test, Parigi perde lo 0,20%.

Quotazioni del petrolio in calo dopo avere riconquistato la vigilia i massimi dal 10 ottobre 2018. Il Wti, contratto di luglio, cede l’1,5% portandosi a 71 dollari al barile.

Sul mercato dei cambi, l’euro ha perso quota rispetto al biglietto verde, violando al ribasso la soglia di 1,2 dollari: si attesta a 1,1919 (da 1,2117 di ieri in chiusura). L’euro/yen passa di mano a 131,53 (da 133,218).

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco si attesta a +101,11 punti al termine delle negoziazioni. Il rendimento è a +0,77%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.