C’è lo storico trenino, simbolo identificativo del parco, con la locomotiva rosso fiamma che si fa largo sui piccoli binari; ci sono le nuove altalene, il laghetto su cui si affaccia un albero di glicine, il “castello” con gli scivoli, la pista per le macchinine, completamente ripristinata. Parco Canessa, area giochi nel cuore della città di Rapallo, apre nuovamente al pubblico dopo i lavori di restyling. I cancelli sono stati riaperti ufficialmente questa mattina.

«Nel rispetto delle normative anti-Covid, non abbiamo organizzato una cerimonia d’inaugurazione con tutti i crismi − spiega il sindaco Carlo Bagnasco − Ci teniamo però a riconsegnare questo parco alla città, così come i giardini dei Partigiani, a loro volta oggetto di riqualificazione, che riapriranno nelle prossime ore. Prossimo obiettivo l’appalto, di una certa consistenza, per il restyling del parco Biancaneve».

l lavori che hanno interessato Parco Canessa sono stati sviluppati con un duplice intento: da un lato, mantenere immutati gli aspetti tradizionali e tipici come il trenino; dall’altro, rinnovare gli spazi con attenzione particolare alla messa in sicurezza dei giochi e il rifacimento della pavimentazione. La custodia è affidata ai gestori del trenino e del circuito di baby car.

La novità è il pit stop mamme: un’area dedicata e attrezzata con fasciatoio e poltrona (donati da Unicef Tigullio) dove le mamme potranno cambiare e allattare i propri piccoli in tranquillità e riservatezza. «Lo spazio si chiamerà “Per un mondo Unicef” − sottolinea il rappresentante di Unicef Tigullio, Giorgio Mainieri − e si collega all’asilo nido di Rapallo, che porta lo stesso nome. Rapallo è una città sempre più legata a Unicef: un bel segno di speranza per il futuro».

«Per chi è cresciuto a Rapallo, questo posto è pieno di ricordi: dal trenino alle altalene − sottolinea Filippo Lasinio, assessore ai Lavori Pubblici − Abbiamo voluto apportare un ripristino generale rispondendo anche alle richieste di chi frequenta il parco: per esempio, inserendo un’altalena con seggiolone per i bambini più piccoli. I bagni sono stati rinnovati, la pavimentazione sistemata laddove sconnessa».

Rilevante anche il lavoro di sistemazione, messa in sicurezza e piantumazione del verde, come spiega il consigliere a Parchi e Giardini Maurizio Malerba: «Per il pittoresco laghetto sono al vaglio diverse opzioni; per il momento, è destinato al gioco con barchette telecomandate, dono di Latte Tigullio».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.