Le torri World Trade Center e San Vincenzo di Genova, abbracciano la sostenibilità ambientale. Sono oggetto di interventi realizzati da Enel X, la business line globale del Gruppo Enel che offre servizi per accelerare l’innovazione e guidare la transizione energetica, per la riqualificazione energetica attraverso la sostituzione dei generatori di calore a gas metano con pompe di calore aria/acqua ad alta efficienza.

In particolare si è proceduto con la sostituzione delle caldaie a gas metano preesistenti con una pompa di calore di potenza pari a 2 MW nel caso di Torre San Vincenzo e con 2 pompe di calore da 950 kWt e 900kWf ciascuna, oltre alla rimozione di gruppi frigoriferi esistenti, nel complesso del Wtc.

«Nel segmento dei consumi finali la percentuale di elettrificazione è molto bassa – commenta Sonia Sandei, responsabile dei progetti di elettrificazione di Enel Italia – l’elettrificazione dei due complessi iconici rappresenta un progetto pilota che ha previsto la sostituzione delle caldaie a gas metano preesistenti con impianti a pompa di calore e che, oltre a ridurre i consumi di circa il 40%, consentono di diminuire le emissioni di CO2. Un intervento sostenibile dal punto di vista ambientale ed economico che rende concreto il concetto di Sustainable City».

«Sulla sommità del WTC al 24° piano – spiegano in una nota congiunta Marco Bavastro, amministratore del Wtc, e Domenico Carmosino, promotore del progetto risparmio energetico delle Torri del Centro San Benigno – le pompe di calore installate alimentano un impianto in grado di riscaldare a nord e raffreddare a sud contemporaneamente, in base all’esposizione al sole, uffici che sono circondati da vetrate. L’intervento si è dimostrato un successo dal punto di vista tecnico ed economico, infatti il rientro dell’investimento, grazie alle agevolazioni da Ecobonus, è avvenuto in poco più di tre anni e i risparmi sono stati superiori rispetto alle previsioni. Un vantaggio per i condòmini e per l’ambiente con la riduzione delle emissioni in atmosfera di polveri sottili».

«Grazie alla collaborazione con Enel X abbiamo migliorato le caratteristiche energetiche e ambientali din un grattacielo di 23 piani prestigioso ed energivoro – spiega Lorenzo Merello, titolare di GGS e amministratore della Torre San Vincenzo – la sostituzione di generatori a combustione tradizionale con pompe di calore ad alta efficienza, che associati ad una building automation avanzata ci permetteranno di ottenere risparmi sui consumi energetici pari a circa il 40%».

La Torre San Vincenzo ha beneficiato del “Conto Termico 2.0”, che finanzia la conversione delle centrali termiche a combustibile fossile, riducendo le emissioni di CO2 in atmosfera, grazie all’utilizzo dell’energia elettrica; Il complesso Wtc invece ha potuto accedere all’Ecobonus, che consente il recupero del 65% delle spese sostenute per gli interventi di miglioramento energetico, e attraverso il credito d’imposta ceduto a Enel X, nell’ambito dell’offerta “Vivi Meglio”, ha usufruito della detrazione fiscale.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.