Il lavoro, tema cruciale in questo lento avvio verso l’uscita dal momento più critico della pandemia. Da una parte, il lavoro che manca e le misure da mettere in campo per sostentare le attività costrette alla chiusura; dall’altra, il lavoro che deve essere ripensato e riorganizzato, con nuovi strumenti e normative, così da garantire salute e sicurezza in ufficio, in azienda e presso le attività commerciali.

È questo l’orizzonte da cui muoverà il webinar “Progettare la sicurezza nei luoghi di lavoro durante una pandemia, dalla teoria alla pratica“, organizzato da Formasicuro, Organismo Paritetico Nazionale e da Fonditalia, Fondo Interprofessionale per la formazione continua, in collaborazione con Ugl e Federterziario, in calendario venerdì 23 aprile dalle 9 alle 13.

Rocco Luigi Sassone, presidente di Formasicuro e fra i relatori del convegno spiega: «L’epidemia di Coronavirus che da oltre un anno attanaglia il nostro Paese sta producendo un impatto enorme anche sui mercati, generando un indice di fiducia decisamente negativo, già messo a dura prova dalla congiuntura economica e sociale».

Serve una riprogettazione degli ambienti lavorativi, che Sassone così articola in alcuni punti fondamentali: «Il nuovo dimensionamento degli spazi, dei percorsi e del layout interni al luogo di lavoro, la necessità di rivedere l’organizzazione del lavoro introducendo turnazioni e procedure di verifica e controllo per ridurre gli assembramenti e sfalsare i flussi in entrata e in uscita».

In scaletta anche gli interventi di Francesco Paolo Sisto, sottosegretario alla Giustizia, di Egidio Sangue direttore Fonditalia, degli ingegneri Stefano Bergagnin e Andrea Galli. Coordina il segretario generale di Federterziario Alessandro Franco.

L’evento si potrà seguire online sul sito Formasicuro, previa iscrizione sul medesimo portale e permetterà il conseguimento di un attestato professionale e 4 ore di crediti formativi per Csp-Cse e Rspp.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.