I medici di medicina generale non si occuperanno più delle prenotazioni dei vaccini anti Covid, che verranno tutte gestite all’interno del sistema centralizzato della Regione Liguria.

Lo rende noto il presidente della Regione Giovanni Toti.

Per quanto riguarda l’incidenza del contagio, «la Liguria nel suo complesso registra 162 casi ogni 100mila abitanti su settimana. Continuano a scendere i contagi anche nelle due province del Ponente, dove erano state prese una serie di misure restrittive. Nella provincia di Savona il dato è di 204, in quella di Imperia di 228. Nella provincia della Spezia il dato è di 106 e la città metropolitana di Genova a 132. Si conferma un trend in discesa, con una incidenza che non vedevamo così bassa da alcune settimane», spiega Toti.

«Sul fronte ospedaliero – aggiunge il presidente – registriamo una sostanziale stabilità nel numero dei posti letto occupati. Resta stabile il numero delle persone ricoverate in terapia intensiva: si tratta di un accumulo che segue il numero elevato dell’incidenza delle scorse settimane».

I numeri della campagna vaccinale dicono che «la Liguria sale all’86% del somministrato sul consegnato, e anche oggi (ieri) sono stati somministrati circa 11.500 vaccini. Per quanto riguarda i numeri relativi alla popolazione residente, in Liguria ha effettuato la prima dose il 19,29% e la seconda dose il 7,89%, contro una media nazionale rispettivamente del 15,4% e 6,6%».

«Per quanto riguarda le singole categorie – precisa il presidente – per le persone over 80, 178mila persone censite in totale in Liguria, hanno effettuato la prima dose 97.413 di queste, e il ciclo completo 65.318. Concluderemo la prima dose di tutti gli over 80 entro la fine di aprile: compattando le agende in queste ore, stiamo cercando di recuperare due ulteriori giorni e chiudere il 29 aprile. Per quanto riguarda invece la fascia 70-79 anni, circa 170 mila persone, hanno ricevuto la prima dose 53.470 persone, mentre hanno effettuato il ciclo completo 3522 persone».

«Sono invece circa 10mila le persone non deambulanti identificate dal sistema sanitario regionale – prosegue Toti – e di queste ne sono state vaccinate 2.619. Abbiamo chiesto alle Asl di mettere in campo 32 squadre su tutta la regione, che ci dovrebbero consentire di vaccinare tutte queste persone nelle prossime settimane»..

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.