“La Regione Liguria deve avviare al più presto la commissione dedicata al Recovery Plan e dei tavoli di lavoro per consentire una condivisione dei progetti ai quali destinare i fondi”.

È la richiesta del Gruppo Giovani Riuniti di Genova, espressione dei “gruppi giovani” delle associazioni di categoria operanti sul territorio.

“Nel mese di gennaio – si legge in una nota – la giunta regionale si è impegnata a istituire rapidamente una commissione speciale sul Next Generation Eu come sede principale per un confronto e approfondimento sugli obiettivi della Liguria ma, a oggi, non è ancora stata istituita. È urgente un momento di confronto a livello istituzionale per non perdere l’occasione fornita dal fondo europeo per superare la crisi economica e sociale causata dalla pandemia. I giovani rischiano di essere dimenticati dal piano che si dovrebbe occupare di loro, pertanto chiediamo siano mantenuti gli impegni assunti in consiglio regionale e che siano coinvolte le associazioni e la società civile”.

Il Gruppo giovani riuniti è composto da 20 associazioni e gruppi giovani (Aiga, Alce, Ance, Assagenti, Cna, Ascom-Confcommercio, Confesercenti, Confindustria, Confitarma, Federmanager, Generazione Legacoop Liguria, Giovani Architetti, Giovani Consulenti del Lavoro, Giovani Medici, Gruppo Giovani Fondazione Labò, Giovani Unesco, Prospettiva Genova, Rotaract, Supernova, Ugdcec).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.