Nell’ultima settimana sono pervenute agli uffici competenti del Commercio del Comune di Genova circa 80 richieste di occupazione suolo per l’apertura di dehors, a seguito dell’entrata in vigore dell’ultimo dpcm che consente a bar e ristoranti di somministrare alimenti e bevande ai clienti in loco a pranzo e cena, in zona gialla, solo all’aperto.

Gli uffici del Commercio stanno lavorando per rilasciare autorizzazioni, in una settimana dall’invio della domanda, a tutti i commercianti che ne facciano richiesta. In particolari situazioni dove gli spazi antistanti all’attività presentano criticità, per esempio per marciapiedi troppo stretti, vengono fatti sopralluoghi mirati per trovare soluzioni che consentano di mettere tavolini per esempio in piazzette limitrofe, come già sperimentato con successo in alcune zone del centro.

Dal 2020 a oggi sono oltre 1.200 le autorizzazioni di nuovi dehors rilasciate dal Comune di Genova. Il Comune di Genova, un anno fa, è stato il primo in Italia a rilasciare autorizzazioni in modo veloce e semplificato di suolo gratis a bar e ristoranti.

Con le delibere n. 49 del 12 marzo 2020 e n. 85 del 23 aprile 2020, la giunta comunale ha stabilito l’esenzione dal pagamento di ogni onere connesso alle nuove occupazioni di spazi, aree pubbliche o agli ampliamenti di quelle già esistenti richieste da esercenti attività di somministrazione o consumo sul posto per compensare il minor uso delle superfici di esercizio connesso agli obblighi di distanziamento interpersonale imposto dall’emergenza sanitaria, per il periodo di durata dell’emergenza, con procedura semplificata.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.