La giunta del Comune di Genova, su proposta dell’assessore ai lavori pubblici, manutenzioni e politiche per lo sviluppo delle vallate Pietro Piciocchi, ha approvato il progetto definitivo relativamente agli interventi di riqualificazione e realizzazione di nuove aree gioco sul territorio comunale.

I lavori, inseriti nel Programma triennale dei lavori pubblici, prevedono una spesa complessiva di 400mila euro di cui 200mila nel 2021, 100mila nel 2022 e 100mila nel 2023.

Il progetto definitivo, redatto dagli uffici tecnici della Direzione Facility Management e costituito da relazione tecnico-illustrativa e quadro economico, prevede interventi diffusi sul territorio. Trattandosi di un cosiddetto “accordo quadro”, i lavori da effettuare non sono stati stabiliti a monte, ma saranno individuati via via sulla base delle necessità e delle esigenze manifestate dai Municipi e dai cittadini. In questo modo, la città di Genova ha a disposizione uno strumento flessibile, che permetterà di intervenire rapidamente in maniera mirata dove serve, per esempio in seguito alla rottura di un gioco o un’attrezzatura.

«Migliorare le aree gioco esistenti e costruirne di nuove – spiega Piciocchi – è un impegno che ci siamo presi come amministrazione e che intendiamo portare avanti con forza nel quadro delle misure a favore e sostegno delle famiglie genovesi. Dare ai nostri figli il diritto di correre e giocare in libertà e sicurezza vicino a casa serve a loro per fare movimento e svagarsi, soprattutto in questo periodo di restrizioni dovute alla pandemia, e ai loro genitori e nonni per trascorrere più tempo all’aria aperta. Continuiamo a lavorare con l’obiettivo che Genova diventi sempre di più una città a misura di bambino».

Non è possibile, al momento, indicare quali interventi verranno concretamente realizzati. Con l’accordo quadro precedente e ancora in corso sono stati effettuati numerosi lavori e altri stanno per partire.

A maggio è previsto l’avvio dei lavori per la realizzazione di aree giochi inclusive nei Giardini Pavanello (Municipio II) e nei Giardini Guerra (Municipio V) (con donazione UILDM attraverso il bando “A scuola d’inclusione”). Sono previsti una nuova pavimentazione antitrauma, giochi a molla, a cesto e a scodella, altalene inclusive e pannelli interattivi (“sonoro” e “sistema solare”). Il contrasto cromatico della pavimentazione è pensato per supplire difficoltà visive.

Altri lavori per i quali è attualmente in corso la progettazione esecutiva riguardano la riqualificazione dei Giardini Marchisio e di Parco da Pelo Prà.

I più recenti già realizzati

Di recente, altri interventi su aree gioco-fitness sono stati effettuati ai Giardini Nobile (Municipio IV), con la riqualificazione dell’ex pista di pattinaggio, con installazione di un gruppo di giochi inclusivi e l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Nel Quartiere San Pietro – Lavatrici (Municipio VII) è stata riqualificata l’area giochi per fascia di età prescolare/scolare, con sostituzione dei giochi esistenti con giochi inclusivi; è stata realizzata un’area parcour/fitness pensata per gli adolescenti con installazione di attrezzature specifiche.

Nella Darsena Comunale (Municipio I), è stata realizzata un’area giochi per i bimbi di età prescolare/scolare a tema marino.

Nei Giardini Varesano (Municipio III) è stato ripensato lo spazio urbano con la realizzazione di area giochi e area sosta/relax.

Il Comune ha anche attivato collaborazioni con sponsor che hanno portato, ad esempio, alla realizzazione di aree inclusive a Villa Rossi (donazione Associazione Samuele Cavallaro onlus), a Villa Scassi (donazione Rotary club), ai Giardini Guerra (donazione UILDM bando “a scuola d’inclusione”), ai Giardini Marchisio (donazione Lions club).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.