Dalla discussione seguita alla pubblicazione del documento “Progetto e visione per Savona” promosso dal gruppo “Quelli della Rebagliati: Il rosso non è il nero” nasce il primo nucleo della lista della sinistra savonese a sostegno della candidatura di Marco Russo quale sindaco della città.

Il gruppo afferma di aver raccolto la disponibilità di Europa Verde e Sinistra Italiana, oltre che di esponenti della sinistra civica savonese, a lavorare per la creazione di una lista “che concretizzi lo sforzo unitario di far vincere la Savona democratica, dinamica, ecologista, inclusiva che è pronta ad assumersi responsabilità di governo per far rinascere una comunità oggi disorientata e piegata dalla crisi economica” si legge nella nota.

Entro la fine di questo mese la composizione della lista avrà la sua migliore definizione, ricercando il contributo di tutte quelle forze, organizzate in varie forme (partiti, associazioni, singole personalità del mondo civico cittadino) “che si pongono l’obiettivo di far vincere la migliore tradizione della sinistra savonese, radicata, presente e propositiva”.

«L’esperienza portata avanti in questi anni da Marco Russo con il Patto per Savona – afferma Donatella Ramello de “Il rosso non è il nero” – è stata utile a raccogliere stimoli ed idee che ora devono più ampiamente radicarsi anche attraverso l’impegno civico della sinistra savonese, presente in città in modo diffuso e che esprime la necessità di un segnale unitario e fortemente propositivo. Questa quindi la nostra proposta, che Europa Verde e Sinistra Italiana hanno fatto propria, in attesa di altri soggetti che, auspichiamo, vorranno unirsi per far vincere, con Marco Russo, la Savona migliore».

Danilo Bruno dell’esecutivo regionale di Europa Verde precisa: «Si tratta di un progetto innovativo, che unisce la migliore tradizione culturale della sinistra savonese con l’impegno ecologista e civico a cui ci richiamiamo ed è una esperienza sicuramente interessante poiché nasce dalla volontà programmatica comune di soggetti e forze diverse ma soprattutto deriva. nel nostro caso dalla volontà di assumerci le nostre responsabilità per trovare una via d’uscita alla grave crisi sociale ed economica, che Savona sta subendo. Infine riteniamo importante continuare nel percorso eco-pacifista tracciato da Alexander Langer e nella costruzione di ponti per la nascita di una Savona solidale, democratica e inclusiva a cui aspiriamo».

Anche Walter Sparso, coordinatore provinciale di Sinistra Italiana è intervenuto portando l’adesione del suo partito all’iniziativa, queste le sue parole: «Sinistra Italiana si riconosce pienamente nel progetto e concorrerà a creare una lista unitaria che raccolga le migliori esperienze e realtà della sinistra savonese, del civismo, del volontariato e delle sensibilità ambientali. Forze diverse che convergono accomunate dalla volontà politica di rilanciare la nostra città in profondo declino; servono idee per costruire opportunità di lavoro dando speranza ai giovani che possano restare nella nostra città invece di migrare, dando sicurezza sociale ai cittadini e agli anziani con una solidarietà diffusa. Un progetto che segni una rottura con l’ultimo passato amministrativo, un progetto disponibile ad accogliere tutte le forze progressiste e cittadini che vogliono una svolta per una città migliore proiettata verso il futuro».

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.