Approvati in giunta regionale, su proposta dell’assessore allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, i criteri per la redazione del bilancio energetico delle comunità energetiche, istituite dalla legge regionale n.13/2020.

«Sostenere la ripartenza delle imprese, anche attraverso iniziative che stimolino una gestione efficiente e sostenibile dell’energia, è un impegno che come giunta ci siamo presi, accogliendo favorevolmente alcune richieste dell’opposizione – spiega Benveduti – Con questo atto, diamo avvio a un iter che intende incentivare l’autoconsumo e la generazione distribuita di energia, creando gruppi costituiti da pubblici e privati, che si associano per la produzione, l’accumulo e il consumo in forma aggregata».

Secondo quanto stabilito dallo schema di deliberazione approvato, un singolo comune o ente locale potrà proporre, alternativamente, l’istituzione di una comunità energetica e farne parte in quanto produttore e consumatore di energia, proporre l’istituzione di una comunità energetica senza farne parte, aderire a una comunità energetica esistente e farne parte.

Il documento, inoltre, chiarisce che il bilancio energetico della comunità energetica corrisponderà a un’annualità e quantificherà il consumo di energia termica ed elettrica per fonte energetica o vettore energetico utilizzati dai soggetti aderenti e registrato dall’1 gennaio al 31 dicembre.

«Attendiamo adesso che la commissione consiliare recepisca tali criteri, per approvarli definitivamente in giunta regionale e poterne presto godere i frutti», conclude Benveduti.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.