Si chiama La Rete per il Lavoro ed è il progetto, presentato questa mattina dal sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini e l’assessore allo sviluppo economico Genziana Giacomelli, che ha l’obiettivo di rafforzare il mercato del lavoro transfrontaliero promuovendo, attraverso specifici canali, servizi di supporto all’incontro tra domanda e offerta di lavoro nelle filiere prioritarie dell’economia blu e verde.

L’azione pilota rientra nel progetto strategico “MA.R.E. – Marché transfrontalier du travail et Reseau des services pour l’Emploi” finanziato dal P.O. Interreg Italia Francia Marittimo e avviato dal Comune della Spezia a settembre 2020 in veste di soggetto attuatore.

Il Comune della Spezia è stato scelto dalla Regione Liguria per sperimentare nuove modalità di matching tra offerta e domanda di lavoro grazie alla costituzione della Rete per il Lavoro e dello Sportello Infolavoro, attivati dal Comune a partire dal 2017 e di cui si prevede il rafforzamento e l’ampliamento nell’ambito del progetto pilota.

«Si entra nella fase operativa, concreta, del progetto MARE per rendere ancora più efficiente la corrispondenza fra domanda e offerta del mondo del lavoro sul nostro territorio – dichiara Peracchini – un ente pubblico non può in modo diretto incidere sulla creazione del lavoro, ma primario compito è quello di essere un facilitatore nell’incontro fra la scuola, gli enti di formazione, le aziende e chi è in cerca di occupazione. La blue economy e il mercato del lavoro transfrontaliero rappresentano settori importanti su cui dobbiamo scommettere per il futuro della Spezia, insieme a quello del turismo, perché offrono numerose possibilità di innovazione, sviluppo e occupazione: tutta “la rete per il lavoro” che è stata intessuta dall’inizio della nostra amministrazione ha proprio il compito di creare un clima di generale collaborazione al fine di dare una risposta alla cittadinanza e alle imprese».

«Vogliamo consolidare l’importante servizio di orientamento al mercato del lavoro  – racconta l’assessore Giacomelli – offerto dallo Sportello Infolavoro per supportare chi è alla ricerca di occupazione o di formazione favorendo, in un’ottica di complementarietà con i centri per l’impiego, la circolazione delle informazioni sui servizi offerti dai soggetti che compongono la Rete per il Lavoro, i canali di ricerca attiva di lavoro, le attività formative disponibili. Ma non solo, l’azione pilota del progetto MARE si rivolgerà in maniera importante anche al mondo delle imprese – con particolare attenzione alle attività legate al porto, alla nautica, alla cantieristica, al turismo – per capirne i prevalenti bisogni professionali e trasferire queste esigenze al mondo della scuola, nella consapevolezza che nel contesto attuale, reso ancor più critico a seguito delle difficoltà generate dall’emergenza Covid 19, l’Amministrazione debba continuare a garantire ed anzi rafforzare e incrementare gli strumenti da offrire ai giovani e non solo, per costruire un proprio percorso professionale e il loro futuro».

Il progetto, coordinato dai Servizi Politiche Comunitarie e Sviluppo economico del Comune della Spezia prevede diverse attività. Già in calendario incontri con scuole e aziende, con l’obiettivo di far conoscere le professioni più richieste dal territorio. Nel caso delle scuole, le attività previste riguarderanno seminari informativi rivolti ai docenti, alle famiglie e agli alunni delle scuole secondarie di I° e II° grado, per fornire agli studenti un indirizzo di orientamento, dalle scuole superiori all’università, finalizzato a una futura assunzione, mantenendo sempre come focus le professioni legate al mare.

Nel caso delle aziende, invece, il progetto prevede tavole rotonde con le imprese della blue economy in ambito meccanico, logistico, commerciale, turistico, per conoscere quali sono le figure professionali più ricercate e orientare le scelte formative dei giovani spezzini.

Il programma della prima serie di seminari informativi della “Rete per il lavoro”, organizzati in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale e rivolto ai docenti degli istituti secondari, prevede un primo seminario di approfondimento che riguarderà il comparto navale, nautico e della logistica portuale, a seguire un seminario sulle professioni legate al comparto turistico ed infine un webinar focalizzato sulla Rete per il Lavoro e il suo Sportello Infolavoro.

Si parte mercoledì 28 aprile, dalle 14.30 sulla piattaforma Cisco Webex con il seminario online rivolto ai docenti degli istituti secondari provinciali dal titolo Azione pilota “La Rete per il Lavoro” – Economia locale e fabbisogno professionale nel comparto navale, nautico e della logistica portuale.

Dopo i saluti del sindaco Peracchini si avvicenderanno come relatori Genziana Giacomelli Assessore al Lavoro, Sviluppo economico e Politiche Comunitarie, Raffaella Bruzzone Camera di Commercio di Genova, Lorenzo Tavazzi The European House Ambrosetti e Riccardo Bonanini EIDOS – Società di Consulenza di Direzione, modera Rosanna Ghirri, Coordinatore del raggruppamento Funzionale sviluppo strategico e Direttore I Dipartimento del Comune della Spezia.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.