ASTM, leader mondiale nella gestione di reti autostradali e nella progettazione e realizzazione di grandi opere infrastrutturali, ha stipulato con Mediobanca un contratto di finanziamento esg (environmental, social and governance) di lungo termine (scadenza 2026) di 100 milioni di euro. Il finanziamento è collegato al raggiungimento di specifici kpi relativi a tematiche ambientali e di sostenibilità quali le emissioni di CO2 in atmosfera (Scope 1+2) e l’utilizzo di energia elettrica da fonti rinnovabili.

Il finanziamento, in particolare, sarà interamente utilizzato per sostenere il piano di investimenti di Società Autostrada dei Fiori per le tratte A6 Torino-Savona e A10 Savona-Ventimiglia e in particolare gli interventi di miglioramento sismico dei viadotti, interventi di mitigazione acustica, l’adeguamento delle gallerie alla direttiva comunitaria, l’adeguamento delle barriere di sicurezza e l’applicazione delle nuove linee guida dei viadotti e delle gallerie.

Il finanziamento è composto di due linee: una con un ripagamento bullet, l’altra amortizing, di 50 milioni di euro ciascuna sempre a tasso variabile. Il Gruppo ASTM utilizzerà il finanziamento per sostenere gli ingenti investimenti programmati nell’ambito del proprio impegno sul fronte dell’innalzamento dei livelli di sicurezza delle proprie infrastrutture e della qualità del servizio prestato ai propri utenti.

Umberto Tosoni, amministratore delegato di ASTM ha commentato: «Questa innovativa operazione di finanziamento testimonia l’integrazione degli obiettivi di sostenibilità nella strategia di business dell’azienda – che mira a coniugare sostenibilità e crescita attraverso il meccanismo di premio/penalità legato al raggiungimento degli obiettivi esg – e conferma il forte impegno del Gruppo nell’introduzione di un modello finalizzato a consolidare sempre di più la sostenibilità come leva strategica per la creazione di valore per tutti i suoi stakeholder».

Per entrambe le linee le condizioni finanziarie applicate potranno variare in funzione del raggiungimento dei seguenti obiettivi esg:

  • Emissioni di CO2 (-3% nel 2021; -5% nel 2022; -8% nel 2023; -10% nel 2024; -13% nel 2025 dati cumulati Scope 1+2 rispetto a quelli del 2020).
  • Energia elettrica utilizzata proveniente da fonti da rinnovabili: (20% nel 2021; 27% nel 2022; 35% nel 2023; 42% nel 2024; 50% nel 2025 – dati cumulati).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.