Una convenzione tra Amiu Genova e Istituto Ligure del Consumo consentirà ai cittadini di essere maggiormente informati sulle modalità di conferimento dei flaconi di plastica negli ecocompattatori sparsi in città.

Nei pressi delle macchine “mangia-plastica” i volontari formati da Amiu informeranno le persone sulla raccolta differenziata. Capita, nonostante le istruzioni, che i conferimenti non siano del tutto corretti e l’aiuto di una persona può essere determinante.

«Più si riducono i rifiuti indifferenziati meglio è – afferma il presidente di Amiu Genova Pietro Pongiglione – avere un gruppo di persone che diano indicazioni ai cittadini è fondamentale. Andremo avanti con collaborazioni di questo tipo».

Gli incentivi dell’iniziativa “PlasTiPremia” rappresentano la chiave del successo di questa iniziativa partita nel 2020. Furio Truzzi, presidente dell’Istituto Ligure del Consumo, spiega: «Il progetto vive di numeri. Ormai siamo intorno a 25 mila bottiglie giornaliere conferite. Tenendo conto che il peso di una bottiglia è di 25-30 grammi, si fa presto a fare i conti. Il principio chi meno inquina meno paga è premiante, tanto che vogliamo portare questo progetto all’attenzione del ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, che vorremmo invitare a giugno. Grazie a PlasTiPremia la raccolta delle bottiglie nelle campane si è dimezzata ed è un bene perché di sicuro il rifiuto qui è più “pulito”».

L’Istituto Ligure per il Consumo riunisce tutte le otto associazioni dei consumatori: Adiconsum, Assoutenti, Adoc, La Casa del Consumatore, Codacons, Federconsumatori, Lega Consumatori, Sportello del Consumatore. Tra le altre attività ha lo scopo di promuovere iniziative ambientali come: la prevenzione dei rifiuti, l’economia circolare e la riduzione degli sprechi.

Truzzi anticipa che gli incentivi amplieranno il loro raggio d’azione: «Previsti biglietti Amt omaggio, minuti gratis per il servizio di scooter elettrici Mimoto, ma quando si potrà tornare a fare sport nelle palestre, per esempio, ci sarà modo di scegliere una scontistica anche per questo tipo di circuito».

L’assessore regionale alla Tutela dei consumatori Simona Ferro sottolinea: «Speriamo di allargare sempre di più queste premialità, aiutando il commercio di vicinato, lo sport e anche il mondo della cultura».

Genova è al primo posto tra le città per numero di ecocompattatori sul territorio comunale. «Abbiamo sperimentato che se il cittadino è coinvolto con gli incentivi si attiva e si sente protagonista di aiutare la propria città», aggiunge l’assessore all’Ambiente Comune di Genova Matteo Campora.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.