Vaccini, da oggi le prenotazioni per personale scolastico, polizia e persone vulnerabili

Da oggi i medici di medicina generale sono coinvolti nelle prenotazioni

Vaccini, da oggi le prenotazioni per personale scolastico, polizia e persone vulnerabili

A partire dalle 14 di oggi un’ulteriore fascia di liguri potranno prenotare il vaccino anti covid-19 attraverso i medici di medicina generale e, dalla settimana del 15 marzo in poi, essere vaccinato. Si tratta di tutto il personale scolastico delle scuole statali, paritarie e della formazione professionale, gli agenti della polizia locale, le persone vulnerabili under 80.

«L’obiettivo condiviso con i medici di famiglia è di 23 mila vaccinazioni a settimana, 200 mila al mese, che saranno effettuate nelle 23 sedi appositamente messe a disposizione dalle Asl su tutto il territorio. Per il personale docente e non docente che non ha il proprio medico di medicina generale in Liguria (perché per esempio residente fuori regione) la direzione scolastica regionale ci sta fornendo gli elenchi in modo da poter essere contattati direttamente dalle Asl», precisa Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria.

Queste vaccinazioni si aggiungeranno alla campagna vaccinale già in corso rivolta agli over 80: «A oggi abbiamo superato il target di 19 mila vaccini a settimana arrivando a circa 27 mila somministrazioni a settimana. Inoltre è sostanzialmente conclusa entro i tempi che ci eravamo prefissi anche la cosiddetta “fase 1 stretta” della campagna vaccinale, rivolta al personale sanitario e alle Rsa».

«Sempre da oggi – aggiunge Toti – potranno rivolgersi al proprio medico di medicina generale per prenotare la vaccinazione anche le persone ultravulnerabili (che saranno poi vaccinate dalle Asl) e abbiamo deciso di includere anche i genitori dei minori under 16 ultravulnerabili: riteniamo che questo sia molto utile per creare un “effetto bozzolo” per proteggere i bambini più a rischio».

Sull’esempio della sede vaccinale attiva da ieri a Genova grazie alla collaborazione tra Confcommercio e Asl 3, «nelle prossime giornate – spiega Toti – abbiamo intenzione di pubblicare una manifestazione di interesse per coinvolgere ulteriori soggetti privati nella catena di vaccinazione. Entro la prima metà di aprile, ai 50 mila vaccini settimanali effettuati dal sistema sanitario regionale e dai medici di medicina generale, vorremmo aggiungere un’ulteriore quota di vaccini effettuati dalla sanità privata per accelerare il più possibile con la campagna di vaccinazione».

Per quanto riguarda gli over 80, «come avevamo promesso – aggiunge Toti – ormai quasi tutti gli ultra 80enni riceveranno il vaccino entro maggio. È sotto l’1% la parte per cui è ancora in corso la riprogrammazione dell’appuntamento, assegnato in un primo tempo dopo il mese di maggio. Siamo quindi certi che tutti loro riceveranno il vaccino nei tempi previsti».

Il presidente sottolinea quindi il ruolo cardine dei medici di medicina generale a partire da martedì 9 marzo e nelle settimane seguenti: «Tutti i medici di famiglia – prosegue Toti – hanno ricevuto una lettera con le istruzioni dettagliate sui loro compiti, secondo quanto previsto dall’accordo nazionale e dall’accordo integrativo ligure. Abbiamo fornito loro il sistema di prenotazione messo a punto da Liguria Digitale e abbiamo inviato loro anche un tutorial, un video esplicativo per guidarli, passo dopo passo, nelle prenotazioni. A disposizione dei medici c’è anche numero dedicato, per ogni intoppo che dovesse verificarsi in questa catena», conclude il presidente.

Considerando l’andamento dei contagi nel Ponente ligure, Asl 1 ha anticipato i tempi facendosi fornire gli elenchi del personale docente e non docente dall’ufficio scolastico. Per questo, esclusivamente nell’imperiese, il personale della scuola verrà contattato e vaccinato direttamente dalla Asl.

Il personale scolastico dell’imperiese iscritto all’anagrafe sanitaria regionale dalle 14 di oggi potrà anche contattare il proprio medico di famiglia per effettuare la prenotazione del vaccino.

Il personale docente non residente in Liguria e comunque non iscritto all’anagrafe sanitaria regionale potrà inviare una mail all’indirizzo dedicato scuole.covid@asl1.liguria.it indicando nome, cognome, codice fiscale, data di nascita, sito di preferenza (Distretto di Ventimiglia – Sanremo – Imperia) e la scuola di appartenenza. In questo modo verrà contattato direttamente dalla Asl 1 per l’appuntamento in cui poter ricevere il vaccino.

Infine, per il personale dei nidi, saranno le scuole a inviare all’indirizzo mail scuole.covid@asl1.liguria.it l’elenco di chi vuole sottoporsi al vaccino, ai quali successivamente verrà indicata la data di prenotazione.

Da giovedì 11 marzo prenderà il via in Asl 1 il piano di vaccinazione dedicato al mondo della scuola.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.