Domani, sabato 27 marzo, dalle 20,30, UniCredit spegnerà per un’ora le luci di 45 edifici in 14 Paesi del gruppo (Austria, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Germania, Italia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Slovacchia, Ungheria) aderendo così per il quattordicesimo anno consecutivo a Earth Hour. Promossa dal Wwf, questa mobilitazione globale unisce persone in tutto il mondo sui problemi ambientali e la protezione del pianeta. Anche Genova verrà coinvolta nell’iniziativa: in città verranno spente le luci della sede UniCredit di via Dante, 1.

Giuseppe Zammarchi, head of group sustainability, ha dichiarato: «La nostra annuale adesione alla campagna Earth Hour è parte dei più ampi sforzi messi in atto da UniCredit per intraprendere azioni a favore della sostenibilità e fronteggiare i cambiamenti climatici. Siamo costantemente impegnati nel ridurre l’impatto ambientale delle nostre attività e nell’assistere i nostri clienti nella transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici. La sostenibilità è insita nel nostro dna ed è parte dei valori fondamentali della Banca, così come le tematiche esg costituiscono un elemento fondamentale del nostro modello di business, pienamente integrate in tutte le aree di operatività. Nel 2020, UniCredit ha raggiunto una riduzione del 60% rispetto alle emissioni di gas serra del 2008, con l’obiettivo a lungo termine di una riduzione dell’80% entro il 2030».

Un ulteriore esempio dell’importante impegno del gruppo in termini di sostenibilità è rappresentato dalla collaborazione con Treedom, una piattaforma online che consente di piantare alberi a distanza e seguirne la loro crescita online. Questa iniziativa, promossa nel 2020, darà vita alla Foresta UniCredit, composta da almeno 90 mila nuovi alberi che verranno piantati in Italia, Colombia, Haiti, Kenya, Madagascar e Tanzania. Questa foresta contribuirà a ridurre le emissioni globali di anidride carbonica di circa 20.542.500 kg nei prossimi dieci anni, pari alle emissioni prodotte da approssimativamente 4.400 auto all’anno.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.