Punto di svolta nella realizzazione di nuove strutture sportive a Rapallo, che andranno ad aggiungersi alle molte già presenti sul territorio cittadino.

Questa mattina si è tenuto l’incontro conclusivo tra giovani atleti, portavoci delle rispettive discipline sportive, il sindaco Carlo Bagnasco, l’assessore ai lavori pubblici Filippo Lasinio, il consigliere con incarico alle politiche giovanili Daniele Trucco e i funzionari comunali.

Alla fine del percorso di co-progettazione sono stati individuati Parco de Martino come area adatta alla realizzazione di due campetti da street basket e Parco delle Fontanine per ospitare un’area adibita a skate e bike park. La pista di pattinaggio di via Don Minzoni, al termine della stagione di allenamenti, verrà riqualificata e ingrandita per essere resa regolamentare.

Leggi anche Politiche giovanili, Openpolis: Liguria indietro, a Genova si spendono solo 9,2 euro pro capite

Parte di questi interventi verrà finanziata dal bando Caruggi, aggiudicato dal Comune di Rapallo grazie al lavoro, tra gli altri, di Claudia Mozzi dell’InformaGiovani insieme a Marco Baldassarre della cooperativa Agorà.

Caruggi aveva come obiettivo l’identificazione di progetti di miglioramento delle funzionalità di aree cittadine poco valorizzate tramite la collaborazione con giovani, rispecchiando l’idea virtuosa di cooperazione tra associazioni giovanili e realtà pubbliche.

Molto preziosa è stata la partecipazione attiva di tantissimi ragazzi tra i quali, per lo skate e bike park, Ramon Francesconi, componente della squadra nazionale italiana di bmx, e per i campi da basket, di Natan Casagrande e Giacomo Nicolini. Tutti i partecipanti si sono resi disponibili, non appena le strutture saranno pronte e se la situazione sanitaria lo consentirà, a proporre “Open Day” dedicati a far muovere i primi passi ai più piccoli in queste discipline.

«Per un sindaco incontrare giovani del territorio, propositivi e con voglia di fare è sempre un grande piacere − dichiara Bagnasco − Hanno accolto con entusiasmo l’iniziale progetto e grazie alle loro competenze hanno offerto un contributo fondamentale. Con questa soluzione andremo a esaudire le richieste di realtà sportive con esigenze anche molto differenti tra loro. Il progetto finale è molto valido, faremo tutto il possibile, compatibilmente con il futuro scenario sanitario, per rendere gli spazi fruibili già dal periodo estivo».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.