Due gelaterie liguri nella guida 2021 del Gambero Rosso. A confermare i “tre coni”, il massimo riconoscimento, sono la gelateria Profumo di Genova e la Cremeria Spinola di Chiavari.

La nuova edizione della guida arriva proprio in occasione della Giornata europea del gelato artigianale, di cui abbiamo parlato qui.

Gambero Rosso ha assegnato anche una serie di premi speciali ad alcune gelaterie d’Italia: quello per il miglior gelato al cioccolato va a Officine del Gusto, a Pignola (PZ), a Luigi Buonansegna. Il premio per il miglior gelato gastronomico va a Ottimo! Buono non basta, di Torino. Il gelatiere emergente è invece Gianluca Cavi di Magritte, Fidenza. Antonella, Annalisa, Gabriella e Miriam Ricchiuto della gelateria G&co di Tricase (LE), conquistano infine il premio Sostenibilità.

“L’emergenza sanitaria – si legge su Gamberorosso.it – ha condizionato fortemente le modalità di vendita del prodotto, il flusso turistico e la gestione dell’affluenza nelle gelaterie, ma i gelatieri hanno studiato a fondo la situazione e proposto soluzioni ad hoc. Potenziando prima di tutto l’asporto, fino a ora non sfruttato abbastanza. E mettendo a punto vaschette a maggior tenuta, con separatori per gusti differenti, realizzate con materiali di scarto, per ridurre l’impatto ambientale e l’utilizzo della plastica”.

“Si sono impegnati nella destagionalizzazione del prodotto, lavorando sodo sulla produzione di torte, semifreddi, celebrando grandi ritorni come quello dello zuccotto e delle golose mattonelle. Hanno prodotto grandi lievitati per le feste, dolci che hanno studiato con grande impegno e competenza tecnica. Hanno sfruttato il più possibile il tempo per ragionare ancora e ancora sulle bilanciature, sugli ingredienti di provenienza, con il fine ultimo di soddisfare il cliente in ogni aspetto, oggi più che mai”.

(foto in apertura: pagina Facebook Cremeria Spinola)

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.