Il miglior modo per ridurre i rifiuti è non produrli. Nell’economia circolare riusare è meglio che riciclare perché implica il riutilizzo dell’oggetto che acquista così una seconda vita non diventando rifiuto. Nasce da questo assunto la collaborazione di Legambiente Liguria con Amiu per far conoscere la web app Refresh e promuovere il riuso e la lotta allo spreco.

Nella web app Refresh si possono trovare molte delle realtà che a Genova sono impegnate nel rimettere in circolo mobili, vestiti per adulti e bambini, libri, apparecchi elettronici, cibo; sono suddivise per tipologie, e facilmente consultabili qui.

«Come associazione ambientalista pensiamo sia importante mettere insieme sempre più soggetti che praticano l’economia circolare − spiega Federico Borromeo, direttore di Legambiente Liguria − per questo stiamo raccogliendo adesioni e chiediamo ai cittadini di segnalarci realtà che praticano il riuso. L’obiettivo è quello di fare crescere la comunità e rendere disponibili sempre più prodotti. Tra i tanti vantaggi del riuso c’è sicuramente quello di preservare l’ambiente consumando meno materie prime, ma spesso si traduce anche in un considerevole risparmio per i cittadini».

Per aderire scrivere a: info@legambienteliguria.org

Per raccontare i vantaggi del riuso la troupe di Legambiente Liguria, capitanata da Alice Micchini, vicedirettrice dell’associazione ambientalista, ha visitato la Bottega I Ciacchi della Comunità San Benedetto al Porto (nella foto) dove si recuperano abiti e scarpe, Chiodo Fisso, negozio dove vengono rimessi a nuovo mobili e oggetti per la casa, Verdesfuso dove si vendono per lo più alimenti sfusi e poi da Bababum dove si possono trovare vestiti, scarpe e attrezzature (passeggini, biciclette) per bambini da 0-14 anni.

Le quattro video storie saranno trasmesse sulla pagina Facebook e sul canale You Tube di Legambiente Liguria il 27 marzo e il 3, il 10 e il 17 aprile e sono realizzate da Ugo Roffi.

L’1 aprile su Goodmorning Genova si presenterà la campagna e si affronterà il tema dell’economia circolare e di come fare crescere i Reuser insieme a Alice Micchini, vicedirettrice di Legambiente Liguria, Claudia Lupi Relazioni Esterne e Comunicazioni di Gruppo AMIU Genova, con la partecipazione di alcuni Reuser protagonisti delle video storie e di Simone Leoncini.

Il progetto europeo Force

La rete dei centri del riuso e la web app Refresh nasce grazie al progetto Force finanziato nell’ambito del programma europeo Horizon 2020 e dedicato a promuovere l’economia circolare a partire dai rifiuti. Terminato nel febbraio 2021 è ora in fase after life e ha coinvolto quattro città europee ciascuna delle quali ha seguito una filiera principale: per Copenhagen (capofila del progetto) la plastica, Amburgo i rifiuti elettrici ed elettronici, Genova il legno e Lisbona i rifiuti organici. Per Genova, oltre al Comune, sono stati coinvolti AMIU, il polo tecnologico Ticass e le imprese Ecolegno e Active Cells.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.