Ancora una volta i lavoratori dei settori agricoli, florovivaistici e della pesca sono stati esclusi dai sostegni economici del governo.

Le segreterie nazionali di Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil hanno chiesto di incontrare urgentemente i ministri Andrea Orlando e Stefano Patuanelli e le commissioni lavoro, bilancio e agricoltura di Camera e Senato.

Per Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil si tratta di una mancanza “inaccettabile che coinvolge lavoratori pesantemente penalizzati dalle misure a contenimento della pandemia” si legge in una nota condivisa dalle sigle liguri.

“Sono oltre un milione i lavoratori che hanno perso giornate di lavoro a causa dell’emergenza sanitaria, e che nonostante tutto, hanno comunque garantito l’approvvigionamento dei prodotti sulle tavole di tutto il Paese. In Liguria ci sono 4.500 lavoratori agricoli, di cui 3.400 uomini e 1.100 donne suddivisi tra 7.500 imprese agricole.
Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil chiedono quindi che a questi lavoratori siano garantiti diritti contrattuali, un reddito dignitoso e sostegni adeguati e in mancanza di queste condizioni proclamano lo stato di agitazione del settore anche in Liguria”.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.