Approvati oggi in giunta regionale della Liguria per il 2021 gli avvisi pubblici e i bandi cofinanziati dal fondo europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca nell’ambito del Programma Operativo Feamp Italia 2014-2020.

Interessate le 356 imprese attive sul territorio ligure nel settore della pesca e acquacultura (dati Infocamere 2020).

«I settori d’intervento spaziano dall’ittiturismo all’acquacoltura con una doverosa attenzione per la tutela dell’ambiente, per esempio favorendo la sostituzione dei motori», dichiara Alessandro Piana, vice presidente e assessore regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca.

«I bandi, in particolare − aggiunge Piana − riguardano la misura 1.30 di diversificazione e nuove forme di reddito (137.681,76 euro con scadenza il 31 maggio), la 1.41 par 2 sull’efficienza energetica e la mitigazione dei cambiamenti climatici (47.556, 68 euro entro il 31 maggio), la 1.43 per interventi in infrastrutture nei porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all’asta e ripari di pesca (204.714, 86 euro con termine il 30 settembre) e la 2.48 par 1 per investimenti produttivi destinati all’acquacoltura (108.338, 81 euro con scadenza il 31 maggio)».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.