Il Dual Use, la mission del nuovo Centro Strategico di Ateneo su Sicurezza, Rischio e Vulnerabilità, è al centro del convegno virtuale in programma mercoledì 17 marzo, dalle 9 alle 13. L’incontro è accessibile sul canale YouTube dell’Università di Genova e e sulla pagina Facebook dell’ateneo.

Il termine Dual Use – Duplice Uso identifica prodotti e tecnologie che pur essendo progettati per scopi civili possono essere utilizzati per la fabbricazione, lo sviluppo o la manutenzione di armi chimiche, biologiche o nucleari.

L’esportazione di questi prodotti è disciplinata da un complesso di norme volto a contrastare la proliferazione di armi di distruzione di massa e di specifiche tecnologie.

Gli esportatori – ma anche i produttori – possono incorrere in gravi sanzioni qualora il prodotto rientri nella lista o risulti sospetto di Dual Use e non abbia ottenuto la necessaria autorizzazione da parte del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Questa viene eventualmente rilasciata a fronte di valutazioni sui prodotti, sulle destinazioni e sulle parti coinvolte nella transazione.

Il ruolo di Unige

Dal 2016 la Scuola Politecnica e dal 2019 l’Università di Genova è partner di Rina per la redazione delle valutazioni dei prodotti, prima per il ministero per lo Sviluppo Economico e ora per il ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. In questi anni Unige ha contribuito all’analisi di decine di casi dei più vari ambiti merceologici.

Il tema del Dual Use è un hub di sguardi disciplinari – tecnici e tecnologici, giuridici, aziendalistici, geopolitici –, è di importante interesse per le imprese orientate all’esportazione – soprattutto per le pmi che non sempre hanno gli strumenti adeguati –, in particolare per un territorio storicamente vocato al commercio internazionale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.