Regione Liguria, Confindustria e Università di Genova insieme per rilanciare i dottorati e rendere i percorsi di alta formazione più rispondenti alle esigenze delle imprese.

L’obiettivo è creare una connessione più stretta tra il mondo produttivo e quello della formazione universitaria di terzo livello: «Siamo al momento in fase di progettazione, vogliamo riuscire a definire programmi di dottorato specifici per l’industria e il manifatturiero e collegati alle linee di sviluppo della Liguria», spiega Federico Delfino, rettore dell’ateneo genovese, in occasione della presentazione della nuova Academy di Esaote.

«L’Università di Genova ha una buona reputazione nell’ambito dei dottorati, collocandosi tra le prime posizioni in Italia − ricorda il rettore − Crediamo molto negli studi di dottorato, anche per questo abbiamo deciso di aumentare le borse di studio per i dottorati, portandole a 180».

«Con l’iniziativa che stiamo portando avanti con Confindustria e Università − aggiunge l’assessore regionale alla Formazione, Ilaria Cavo − vogliamo erogare le risorse in modo più efficace, per stimolare l’alta formazione laddove c’è una reale esigenza da parte delle imprese. In questo modo i percorsi di studio potranno avere un riscontro oggettivo sul territorio».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.