La Borsa di Milano ha aperto in calo. Il primo indice Ftse Mib cede lo 0,6% a 22.955 punti. In ribasso Inwit (-2,82%), Banca Generali (-2,26%) e Moncler (-2,2%). In rialzo Saipem (+1,49%).

Le Borse europee aprono in calo con gli investitori che guardano all’andamento dei rendimenti sul mercato obbligazionario dopo le dichiarazioni del presidente della Fed, Jerome Powell. In rosso Francoforte (-0,7%), Parigi (-0,62%) e Londra (-0,56%).

Le Borse asiatiche hanno chiuso deboli dopo le dichiarazioni del presidente Fed, Jerome Powell, sull’inflazione e l’andamento dei rendimenti sul mercato obbligazionario. Gli investitori guardano anche alla stima del Pil per il 2021 della Cina e l’andamento del prezzo del petrolio dopo la riunione dell’Opec+. Tokyo ha concluso in calo (-0,23%).

Sul fronte macroeconomico in arrivo i dati degli ordini all’industria della Germania, la bilancia commerciale della Francia e le vendite al dettaglio dell’Italia. Dagli Stati Uniti previsto il tasso di disoccupazione, la bilancia commerciale, i nuovi dipendenti non agricoli e l’indice delle retribuzioni orarie.

Il prezzo del petrolio sale ancora dopo la decisione dell’Opec+ di mantenere i tagli della produzione invariati fino ad aprile. Il West Texas Intermediate sale dell’1,32% per cento portandosi a 64,7 dollari al barile, mentre il Brent del Mare del Nord guadagna l’1,4% a 67,7 dollari.

Nei cambi il dollaro resta forte sui mercati valutari e l’euro rimane sotto quota 1,20 in avvio di giornata. La moneta unica vale 1,1956 dollari, in calo dello 0,11%. Rialzo dello 0,15% invece sullo yen a 129,44.

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha aperto stabile a 104 punti base. Il rendimento è a +0,75%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.