La Borsa di Milano ha aperto positiva. Il primo indice Ftse Mib guadagna l’1,2% a 23.123 punti.

Le Borse europee partono toniche nella prima seduta della settimana. Sui listini scattano le prese di profitto dopo la seduta di venerdì con gli investitori che guardano con grande interesse al via libera al piano di aiuti negli Usa. Attesa per i dati sull’andamento della manifattura nell’Eurozona. In rialzo Francoforte (+1,28%), Parigi (+1,19%) e Londra (+1,39%).

Nessuna azione in ribasso: Diasorin +3,33%, Unipol +2,88%, Bper Banca +2,73%.

Le Borse asiatiche rimbalzano dopo il tonfo della vigilia e chiudono in netto calo. Sui listini scattano le prese di profitto con gli investitori che tornano sul mercato grazie anche al ridimensionamento dei rendimenti dell’obbligazionario Usa. In Forte rialzo Tokyo (+2,41%).

Sul fronte macroeconomico in arrivo dati dall’Europa e dagli Stati Uniti. In arrivo l’indice Markit Pmi manifatturiero dell’Eurozona, Spagna, Italia, Francia, Germania, Regno Unito e Stati Uniti. Prevista anche l’inflazione di Italia e Germania, il credito al consumo della Gran Bretagna e la spesa in costruzioni negli Usa.

L’attesa per il vertice dell’Opec+, previsto dal 4 marzo, che dovrebbe decidere un aumento della produzione di pari passo con la ripresa dell’economia mondiale, cattura l’attenzione del mercato petrolifero. Il prezzo del greggio Wti risale sopra i 62 dollari al barile con un aumento dell’1,6% a 62,6 dollari con il mercato che scommette su un aumento moderato della produzione. Il Brent del Mare del Nord sale dell’1,9% a 65,6 dollari.

Nei cambi si rafforza l’euro all’avvio della settimana sui mercati. La moneta unica avanza dello 0,1% a 1,208 dollari. In Asia lo yen sale a 128,8385 (+0,13%).

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha aperto in diminuzione a 100 punti base. Il rendimento è a +0,70%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.