Senza regole certe lo smart working può diventare un avversario, ma per migliaia di lavoratori che in Liguria hanno accesso a questo strumento è indispensabile un alleato fidato.

Il tema verrà approfondito dalla Uiltec Liguria nel corso dell’iniziativa: “Smart Working, il lavoro agile tra illusione e vantaggio“, che si terrà su piattaforma Zoom mercoledì 17 febbraio dalle 10 alle 13.

«Gestire in autonomia i tempi di vita e di lavoro pone il problema del diritto alla disconnessione e un ragionamento rivolto a percorsi di formazione e aggiornamento del personale. Investire sulla digitalizzazione degli strumenti di lavoro e sui processi amministrativi è doveroso – spiega Salvatore Balestrino, segretario generale Uiltec Liguria – la retorica dello smart working ci consegna un mondo più semplice ma che fornisce armi affilate alla controparte».

Secondo la Uiltec il decentramento reso possibile dall’informatica rischia di porre soprattutto le donne in condizione di svantaggio economico e sociale, quindi di essere depotenziate rispetto a una dimensione pubblica sempre più evanescente. È tempo di cominciare a parlare di riduzione dell’orario di lavoro a parità di trattamento economico.

Una vera rivoluzione nell’organizzazione del lavoro è in atto, ma per il sindacato va rilanciata con una serie di misure a tutela dei lavoratori. Come? L’ordinaria rilevazione dell’orario di lavoro non è più attuale: occorre agganciarla alla produttività per ottenere davvero un equilibrio tra i tempi di vita e di lavoro.

Nel corso dell’iniziativa verrà presentata una breve indagine sul tema svolta a campione.

Interverranno: Paolo Pirani, segretario generale Uiltec; Mario Ghini, segretario generale Uil Liguria; Marco Lupi, responsabile nazionale sicurezza Uiltec; Simone Palmieri, coordinatore sicurezza Uiltec Liguria; Elisabetta Colli, responsabile Pari Opportunità Uiltec Liguria; Salvatore Balestrino, segretario generale Uiltec Liguria; Paola Strati, responsabile area risorse umane Confindustria La Spezia; Giovanna Badalassi, economista; Giulia Bacchi, innovation trainee.

Modera: Giada Campus, responsabile ufficio stampa Uil Liguria.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.