«L’ultimo report dell’Istituto Superiore di Sanità, in base al quale la cabina di regia del governo procederà con l’assegnazione di fascia, stabilisce per la seconda settimana consecutiva un indice di rischio basso e un Rt sotto l’uno. Il combinato disposto delle due settimane consecutive in fascia di rischio basso per i 21 parametri, dovrebbe, anzi io dico deve, ricondurre la Liguria in fascia gialla partendo probabilmente da lunedì, dal momento che il governo ha deciso che le nuove ordinanze entrino in vigore dal lunedì».

Così il presidente della Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti nel consueto punto stampa serale di aggiornamento sull’emergenza Covid.

Il ritorno in zona gialla da lunedì 1 marzo non riguarderà comunque l’estremo ponente dove, nei distretti sociosanitari di Sanremo e Ventimiglia, rimarranno in vigore fino al 5 marzo le misure restrittive disposte con ordinanza regionale.

Per quanto riguarda le vaccinazioni, il governatore ha poi aggiunto che «anche oggi abbiamo lavorato con tutta la nostra task force e da lunedì 8 marzo dovrebbero iniziare in Liguria le somministrazioni del vaccino Astrazeneca attraverso i medici di medicina generale a partire dalle categorie definite come “prioritarie” dal piano vaccinale nazionale per poi estendersi a tutta la popolazione. Il piano definitivo di questa fase della campagna vaccinale rivolta alle categorie prioritarie sarà presentato oggi nel dettaglio, stiamo aspettando il check di Alisa. L’idea è che ogni medico abbia la propria agende a disposizione per le prenotazioni già a partire da mercoledì prossimo».

Tra i primi a essere vaccinati ci saranno gli operatori delle forze dell’ordine, che prenoteranno la vaccinazione attraverso il proprio corpo di appartenenza, e i lavoratori del mondo della scuola.

«È partito – ha proseguito Toti – lo screening straordinario per la popolazione ventimigliese in Asl 1 con l’effettuazione dei primi 200 tamponi aggiuntivi a Ventimiglia, domani proseguirà a Bordighera e andrà avanti finché la curva dei contagi comincerà a calare, cosa che ci auguriamo avvenga fin dai prossimi giorni».

Il presidente Toti ha poi ricordato che oggi per la Liguria sarà una giornata di lutto dedicata al ricordo delle vittime del Covid a un anno dall’inizio della pandemia. Su tutto il territorio le chiese suoneranno le campane a morto.

«Domattina alle 9 in contemporanea in ogni provincia della Liguria – ha spiegato – ci sarà una preghiera per le vittime del Covid. A Genova si svolgerà al cimitero di Staglieno. Sabato al tramonto alle 17,30 all’ospedale Policlinico San Martino di Genova l’attore Sergio Castellitto verrà a trovarci per alcune letture scelte per la commemorazione e per ricordarci lo sforzo fatto da tutti i sanitari nella lotta contro il covid».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.