«I dati di oggi sono confortanti sul fronte della pressione ospedaliera e dell’incidenza del virus, con qualche preoccupazione per l’incidenza nell’area di Ventimiglia a causa della vicinanza con la Francia. Siamo comunque ben lontani dalle incidenze registrate durante i picchi pandemici».

Lo ha detto ieri sera il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, nel consueto punto stampa sulla situazione coronavirus in Liguria.

«Su Ventimiglia ho parlato oggi in un lungo colloquio con il ministro Di Maio e con la task force ministeriale − spiega − ho chiesto se si pensa di svolgere controlli mirati sulle frontiere più esposte. Per il momento si tratta solo di una prima interlocuzione, che ha coinvolto anche il neoministro per gli affari regionali Mariastella Gelmini: a lei ho ribadito anche l’opportunità di far entrare in vigore le disposizioni alla mezzanotte della domenica e non del sabato, per permettere alle categorie una programmazione adeguata».

«In attesa dei dati della settimana − ha proseguito − ci auguriamo tutti di essere un quadrante di rischio non più medio ma basso, e questo comporterebbe la classificazione in zona gialla alla fine della prossima settimana. Domani sapremo con certezza, ma l’indice Rt sembra stabile, di poco sopra l’1. I ricoverati sono in calo generalizzato in tutta la regione e impegnano circa un terzo della nostra capacità ospedaliera di area medica generale: uno straordinario risultato, rispetto ai picchi di novembre e dicembre, della gestione dei pazienti nei nostri ospedali. Calano anche le terapie intensive. Oggi è stato registrato un solo decesso: la media di questo ultimo periodo è di 5-8 decessi al giorno, anche questa ben al di sotto rispetto ai picchi dei mesi scorsi».

Prosegue intanto la prenotazione dei vaccini per gli over 80: alle 18,12 di oggi erano 64.920 in tutto il territorio regionale, così suddivise: Asl 1 8.142, Asl 2 11.142, Asl 3 37.388, Asl 4 5.881, Asl 5 2.367.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.