I segretari generali di Fim, Fiom e Uilm di Genova e Savona scrivono al ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti in merito alla questione Pieggio Aerospace, chiedendo un incontro.

“L’iter di cessione della Piaggio sta entrando nella sua fase conclusiva, la più delicata. È importante scegliere un soggetto industriale, non finanziario, che abbia interesse a mantenere il perimetro aziendale intatto, la sua continuità produttiva e a sviluppare i prodotti che hanno reso la Piaggio un’eccellenza del settore aeronautico. La Piaggio ha un portafoglio ordini con cui si può rilanciare ma è fondamentale trovare un soggetto che abbia le capacità industriali e la voglia di portare avanti il progetto Piaggio. Siamo a pochi giorni dal termine della cessione della società in quanto il 5 marzo dovrebbe esserci la selezione definitiva dei probabili acquirenti con proposte non vincolanti”.

Secondo i segretari il ruolo che può giocare il ministero in questa vicenda è centrale, mettendo in chiaro ai soggetti interessati le condizioni per poter acquisire l’azienda, in forza non solo della Golden Power ma anche dei contratti firmati negli ultimi mesi.

«L’azienda è un asset strategico del nostro Paese, anche da un punto di vista di politica industriale nel settore della difesa. Siamo quindi a richiedere un incontro urgente per poter discutere del futuro dell’azienda, sapendo che l’unica strada percorribile per la rinascita di questa azienda è una Piaggio unita, evitando spezzatini che farebbero solamente disperdere capacità industriali preziose».

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.