Chiusura in rosso per le borse europee al termine di una seduta nervosa, con Wall Street frenata dall’alto rendimento dei titoli di Stato Usa, ai massimi da oltre un anno, e dal timore di un rialzo senza controllo dell’inflazione. Londra segna -2,53%, Francoforte -0,67%, Parigi -1,39%. Milano ha terminato le contrattazioni con Ftse Italia All Share -0,92, Ftse Mib -0,93%, Ftse Aim Italia -0,81%. Poco mosso lo spread Btp/Bund, attestato su 101 punti (variazione-0,64%, rendimento Btp 10 anni +0,75%, rendimento Bund 10 anni-0,26%)

A Piazza Affari Saipem (-3,17%) è finita il fondo al Mib, penalizzata dopo aver pubblicato i conti 2020 e una guidance 2021 giudicata deludente. Il maggiore rialzo del listino principale è di Ferrari (+1,16%).

Il prezzo del greggio è in calo con il contratto consegna aprile sul Wti a 62,45 dollari al barile (-1,7%) e quello sul Brent del Mare del Nord di pari scadenza a 66,17 dollari al barile (-1,06%).

Sul mercato dei cambi si rafforza il dollaro con l’euro che passa di mano a 1,2096 dollari (1,2149 in avvio e 1,2220 ieri), e a 129,035 yen (128,79 e 129,89), quando il dollaro vale 106,672 yen (106,06 e 106,22).

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.