La Borsa di Milano ha aperto in calo. Il primo indice Ftse Mib cede l’1,47% a 22.723 punti. Marginali i rialzi, a partire da Ferrari (+0,66%) ed Enel (+0,38%). In calo Saipem (-2,59%), Buzzi Unicem (-1,82%) e Campari (-1,8%).

Male anche le principali borse europee: Francoforte -1,39%, Parigi -1,18%, Londra -1%

Borse asiatiche in pesante rosso alla chiusura in scia con Wall Street e con gli investitori che temono un aumento dell’inflazione negli Stati Uniti. Nell’area è scattato un sell-off azionario innescato dall’aumento del mercato obbligazionario Usa, con i rendimenti ai massimi in un anno. Tokyo ha concluso a -4%.

Sul fronte macroeconomico in arrivo dalla Francia i dati sul Pil, inflazione e consumi e dall’Italia la bilancia commerciale.

Quotazioni del petrolio in calo sul mercato after hour di New York dopo gli aumenti delle ultime sedute. Il greggio Wti di riferimento cede l’1,29% a 62,70 dollari al barile; il Brent perde l’1,30% a 65,98 dollari al barile.

Nei cambi euro stabile in lieve calo sul dollaro in avvio di giornata. La moneta unica europea passa di mano a 1,2135 dollari a fronte della quotazione di 1,2168 di ieri sera. Sullo yen l’euro sale a quota 128,7.

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco ha aperto in aumento a 104 punti base. Il rendimento è a +0,79%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.