Da oggi al progetto Amt “La tua metropolitana” si aggiunge un ulteriore tassello: la fermata Sarzano/Sant’Agostino-Terna. A rendere unico questo spazio di vita e di mobilità pubblica è il gestore della Rete di Trasmissione Nazionale italiana dell’elettricità in alta e altissima tensione.

Un marchio che, pur avendo il proprio indirizzo principale a Roma, è presente a Genova con una sede all’avanguardia tecnologica che nel 2018 è stata ricostruita secondo principi di efficienza energetica e ambientale.

Stamattina a tagliare idealmente il nastro sono intervenuti l’assessore alla mobilità e ai trasporti Matteo Campora, il responsabile direzione territoriale Nord Ovest di Terna Francesco Bonci e l’amministratore unico di Amt Marco Beltrami.

Come per le altre stazioni del progetto (De Ferrari-Hitachi e Brignole-TIM) anche la “nuova” Sarzano/Sant’Agostino-Terna non è stata interessata solo da una re-brandizzazione, ma da una vera e propriaSarzano/Sant’Agostino-Ternache esalta l’identità dello sponsor e sviluppa l’idea di trasporto pubblico rendendo gli spazi della location elementi differenzianti nello sviluppo della città.

Inaugurata nel 2006, la Sarzano/Sant’Agostino-Terna si trova sulla collina di Castello alla giunzione tra importanti percorsi urbani (Carignano, Santa Maria di Castello, piazza Matteotti e Mura della Marina). È una fermata fondamentale perché l’unica nel cuore del centro storico, inaccessibile ai mezzi pubblici e in una posizione particolarmente strategica ad alta densità̀ abitativa. Si trova vicino a diversi punti di interesse – tra cui il museo di sant’Agostino e la Facoltà̀ di Architettura – e i principali locali della movida. La personalizzazione riguarda anche un treno della metro e un autobus Amt.

«Terna è una società che ha deciso di investire molto su Genova e la loro adesione al progetto “La tua metropolitana” consolida un rapporto proficuo anche per la città – dichiara l’assessore Campora – non solo per il sostegno a questa iniziativa, ma anche attraverso un approccio sostenibile allo sviluppo delle infrastrutture e di attenzione al territorio».

«Abbiamo aderito con entusiasmo a questo progetto promosso da Comune e Amt che caratterizzerà il trasporto pubblico di Genova – spiega Bonci – Questa iniziativa ci consente di rafforzare la nostra presenza in una città in cui siamo impegnati in un’importante attività di ammodernamento della rete elettrica con interventi per 50 milioni di euro finalizzati ad aumentare l’efficienza del servizio elettrico e la sostenibilità delle infrastrutture presenti sul territorio. Con la realizzazione dei nuovi collegamenti in cavo interrato potremo demolire 12 km di linee aeree e restituire alla città oltre 25 ettari di territorio con evidenti benefici ambientali e sociali. La nuova stazione di Sarzano personalizzata da Terna, “accompagnerà” i passeggeri attraverso un percorso ideale alla scoperta della futura rete elettrica cittadina, innovativa e sostenibile».

«Continuiamo nel percorso di riqualificazione e miglioramento delle nostre stazioni della metropolitana – aggiunge Beltrami, amministratore unico di Amt – Iniziative di questo genere si aggiungono ai progetti in corso di estensione della metropolitana stessa. Lavoriamo per avere una metropolitana più lunga e di maggior qualità».

La metropolitana di Genova, con un parco treni di 25 vetture, trasporta ogni anno 14,4 milioni di passeggeri, 40 mila al giorno. La rete è lunga 7,2 km e, da Brin a Brignole, conta otto stazioni che si aprono su punti turistici, culturali e commerciali della città rappresentandone un elemento essenziale dal punto di vista della mobilità e un valore importante in termini di sostenibilità ambientale. La prossima stazione oggetto di renaming e restyling sarà quella di Dinegro, sponsorizzata da Coop.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.