Il programma Unesco/Unitwin ha selezionato l’Università di Genova e il Dipartimento di Ingegneria meccanica, energetica, gestionale e dei trasporti – Dime per coordinare una rete internazionale di università impegnate nella ricerca sulla sostenibilità energetica e la sua diffusione universale.

La rete include 13 centri in 11 differenti Paesi, distribuiti tra Europa, Africa, Medio Oriente, America Latina e Nord America; tra questi WISE (Canada), DLR (Germania), ASU (Stati Uniti), Università di Strathmore (Kenya), Università della Catalogna (Spagna) e UPE (Paraguay).

La rete contribuirà al raggiungimento del Sustainable Development Goal n.7energia pulita e accessibile, attraverso ricerche congiunte, scambi di studenti/docenti, creazione di Mooc, attività dimostrative e molto altro.

La cattedra e la connessa rete – Innovative, Sustainable and Clean Energy Research and Education – si inserisce all’interno del programma Unesco/Unitwin il cui intento è quello di promuovere collaborazioni internazionali e interuniversitarie per migliorare le capacità istituzionali attraverso la condivisione di conoscenze e il lavoro collaborativo. La rete stabilirà nuove iniziative didattiche nel campo dell’energia sostenibile e genererà innovazione attraverso la ricerca e la valorizzazione delle diversità culturali.

Il Thermochemical Power Group, gruppo di ricerca fondato nel 1998 dal professore Aristide Massardo, coordinatore del network, si impegna a supervisionare le attività coinvolgendo il maggior numero possibile di attori sia all’interno sia al di fuori dell’Università di Genova.

Gli argomenti sui quali sarà posta l’attenzione riguarderanno le numerose tematiche legate all’energia e all’ambiente tra cui:

la transizione energetica verde
la rivoluzione idrogeno
i trasporti sostenibili
la bioenergia nell’agricoltura
la sfida energetica nella crescita demografica
l’accesso universale ai servizi energetici moderni.

Durante il periodo di attività della cattedra e della correlata rete, inizialmente prevista per 4 anni rinnovabili, Unesco promuoverà le iniziative attraverso i propri canali, fornendo inoltre supporto, competenze e nuove opportunità di collaborazione.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.