«La contingenza della diffusione del Covid-19, ha certamente fatto emergere nuove priorità e nuove necessità da parte delle imprese di Ventimiglia. Abbiamo riconvocato per domani il tavolo di concertazione, assieme al partenariato socio economico locale, con il quale discuteremo i residui del precedente bando e il contenuto della misura programmata a suo tempo per la creazione di impresa».

L’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti risponde a un’interrogazione sul finanziamento della zona franca urbana nel comune di Ventimiglia da parte di Enrico Ioculano e degli altri consiglieri di opposizione del Pd.

«È a nostro avviso – aggiunge – quanto mai opportuno, in un momento di difficoltà economica come questa, condividere assieme un percorso che qualifichi sì il territorio, ma che tenga conto delle difficoltà che si ritrova ad affrontare chi fa oggi impresa».

L’assessore conferma l’impegno sul territorio e annuncia che condividerà già domani con le parti interessate rinnovate strategie d’intervento alla luce della drammaticità del 2020.

«La nostra giunta – spiega l’assessore – ha attivato a metà luglio del 2019 un bando da 4 milioni di euro nell’ambito dell’azione 3.2.1 del Por Fesr 2014-2020, con l’obiettivo di concorrere alla strategia di rilancio industriale e riqualificazione del sistema produttivo nella Zona Franca Urbana di Ventimiglia. Per soddisfare quante più richieste del territorio, abbiamo inoltre prorogato i termini delle domande di tre mesi rispetto a quanto precedentemente stabilito, chiudendo le istruttorie con 79 domande per una richiesta di contributo di oltre 2,6 milioni di euro di investimenti e un potenziale ritorno economico sul territorio di oltre 5,2 milioni di euro». L’agevolazione corrispondeva in un contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese ammissibili.