Sono in arrivo 16 milioni di euro in Liguria per la realizzazione di due progetti esecutivi contro il dissesto idrogeologico.

«I due progetti – spiega l’assessore regionale alla Protezione civile e alle Infrastrutture Giacomo Giampedrone – riguardano il lavori di messa in sicurezza del rio Noce a Genova che completa tutti gli interventi in corso connessi allo scolmatore del Bisagno e alla riduzione del rischio idraulico nell’area metropolitana e la messa in sicurezza della piana di Albenga e di tutte le sue attività, attraverso la riduzione del rischio idraulico del Rio Fasceo e del suo affluente. Opere che una volta cantierate si andranno a inserire nelle azioni di mesa in sicurezza del territorio portate avanti da questa giunta».

«Come abbiamo fatto con i fondi del Ministero dell’Ambiente – conclude Giampedrone – siamo pronti a fare lo stesso anche con il Recovery Fund, in relazione al quale abbiamo presentato al governo un elenco di 66 progetti del valore di 235 milioni di euro. Si tratta di interventi strutturali distribuiti su tutto il territorio della Liguria immediatamente cantierabili su cui abbiamo già lavorato, che sono pronti a partire e che completano il pacchetto di tutti gli interventi liguri pianificati nell’ambito della mitigazione del rischio, tra quelli già realizzati, in corso di realizzazione e che possono essere realizzati».