Sono terminati i lavori di ammodernamento dell’impianto di pubblica illuminazione in viale Garibaldi, alla Spezia. Lavori che proseguiranno nel quartiere Umberto I.

«La rivoluzione led è stato uno dei pilastri della nostra amministrazione, per garantire non solo un risparmio cospicuo per le casse del Comune – e quindi dei cittadini – ma soprattutto per offrire un’immagine della città omogenea, con la stessa illuminazione dal centro alla periferia – dichiara il sindaco Pierluigi Peracchini – investire sull’illuminazione pubblica e sul led significa investire sul turismo, perché la città è più bella, significa investire sulla sicurezza, perché è un deterrente per la microcriminalità, e investire sull’ambiente, con il risparmio energetico. Oggi abbiamo completato quelli del quartiere Umbertino, e si continuerà a procedere così in tutta la città».

«I lavori – spiega l’assessore ai Lavori pubblici Luca Piaggi – sono inseriti in un programma di ammodernamento e di ricostruzione messo a punto dall’amministrazione Peracchini che è nelle sue fasi conclusive e interesserà tutta la città. Gli impianti luminosi del quartiere Umbertino, oramai datati, non garantivano più adeguati livelli di illuminazione e non rispondevano ai criteri di risparmio energetico. Abbiamo scelto per tutti i punti luci una illuminazione led il che non solo garantirà un notevole risparmio energetico ma contribuirà ad una maggiore intensità luminosa con benefici in termini di sicurezza e vivibilità».

Il progetto prevede l’installazione di 379 corpi illuminanti con tecnologia led a dimmerazione automatica, a palo o sbraccio e a parete, a una altezza che varia da circa 4 a 9 metri. Questi andranno in parte a sostituire quelle esistenti e altri a implementare l’illuminazione di alcuni percorsi, soprattutto pedonali, poiché la presenza di alberature non consente l’illuminazione di tali passaggi.

In particolare, le vie interessate saranno corso Cavour (illuminazione marciapiedi), parco complesso 2 Giugno, impianti stradali viale Garibaldi e via XXI Reggimento Fanteria. Inoltre la facciata della chiesa N.S. della Salute che si affaccia sulla piazza Benedetto Brin sarà illuminata utilizzando proiettori installati su sostegni già esistenti.

Le nuove apparecchiature hanno un’alta efficienza luminosa pari a 130 Lm/W ed una temperatura di colore di 4000k che consente di ottenere un alto rendimento luminoso.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.