Iren e Leonardo sono entrati per la prima volta   nel Bloomberg Gender-Equality Index (GEI) 2021.

Il GEI è l’indice azionario che misura le performance delle società quotate impegnate sia per la trasparenza nella divulgazione sui dati di genere, sia per le misure adottate nell’ottica dell’inclusione e della valorizzazione della diversità, fornendo agli investitori un ulteriore strumento di valutazione delle aziende. Il GEI valuta le pratiche legate al tema facendo riferimento, in particolare, a cinque aree specifiche: leadership femminile e valorizzazione dei talenti; equità e parità salariale di genere; cultura inclusiva; politiche di prevenzione e sanzione delle molestie; riconoscibilità del marchio come brand che supporta il genere femminile. Dall’analisi del report emerge che su 380 società ammesse all’indice, 17 sono italiane – dato che colloca l’Italia tra i primi quattro Paesi a livello globale nel ranking – e 17 le società del comparto industriale.

L’inclusione nell’indice Bloomberg, nel caso di Iren, riflette un elevato livello di trasparenza e performance complessive fondate sui cinque pilastri del framework. In particolare le politiche di diversity di Iren sono state indirizzate verso la non discriminazione in fase di selezione, la valorizzazione delle competenze e l’impulso alla managerialità al femminile. Iren ha inoltre investito in piani di formazione attraverso programmi specifici per aumentare il livello di consapevolezza sui temi legati alla diversità e a creare un ambiente di lavoro inclusivo. «Questo prestigioso riconoscimento internazionale –   dichiara  l’amministratore delegato di Iren Massimiliano Bianco – conferma la forte attenzione della nostra azienda nei confronti della parità di genere sia in ambito interno che in tutte le relazioni avviate con gli stakeholder a livello locale e nazionale. Si tratta di un ulteriore segnale di trasparenza e di valorizzazione delle persone e delle differenze, elementi fondanti della cultura aziendale di Iren».

«Entrare nel Gender-Equality Index 2021 di Bloomberg – commenta Alessandro Profumo, amministratore delegato di Leonardo –  rappresenta un importante riconoscimento dell’impegno dell’azienda sul tema dell’inclusione di genere, elemento chiave per favorire collaborazione e produttività e stimolare percorsi innovativi. In una fase come quella attuale, in cui le politiche sulla parità di genere rivestono un ruolo centrale per lo sviluppo economico e sociale a livello globale, Leonardo si è distinta per la trasparenza sui dati. Stiamo andando nella giusta direzione con un piano di sostenibilità che, in linea con il piano strategico Be Tomorrow – Leonardo 2030, pone tra i suoi obiettivi politiche a favore della parità di genere, come definito nell’Obiettivo di Sviluppo Sostenibile n. 5 dell’Agenda Onu 2030».

Leonardo ha ottenuto il massimo punteggio sulla comunicazione delle informazioni richieste.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.