Focaccette al formaggio, specialità della riviera genovese di Levante (in particolare di Sori, Recco, Uscio e Camogli) che si può considerare una variante (o l’antenata?) della celebre focaccia col formaggio di Recco. Differente è il metodo di cottura (oltre alle dimensioni), le focaccette si friggono, la focaccia si cuoce in forno.

Attenzione al non confondere le focaccette del Levante con quelle di Crevari: nel borgo che insieme a Vesima segna il confine tra Genova e Arenzano le focaccette si impastano con farina e patate e possono essere senza ripieno o averne secondo fantasia (prosciuttto cotto, salame, formaggi vari, acciughe salate, e pomodori secchi, persino dolci), nel Levante niente lievito e patate, e il ripieno è soltanto di stracchino.

Ingredienti. 350 grammi di farina 00 (non è necessaria la Manitoba), 250 grammi di stracchino, olio extravergine di oliva, sale, acqua.

Preparazione. Mescolate la farina, l’acqua, il sale e un po’ olio – grosso modo il peso di acqua e olio è la metà di quello della farina – e lavorate l’impasto qualche minuto con le mani fino a renderlo sodo, elastico, liscio. Lasciatelo riposare mezz’ora circa e poi riducetelo in sfoglie sottili. Con una rotella da ravioli o anche con un coltello,  e aiutandovi con un piattino o altro, tagliate le sfoglie in dischi, ponete un pezzetto di stracchino su una metà di ogni disco e copritelo con l’altra metà. Schiacciate bene i bordi della mezzaluna così ottenuta in modo che il formaggio durante la cottura non fuoriesca dall’involucro di pasta. C’è chi preferisce dare alle focaccette una forma a disco oppure  rettangolare o quadrata, comunque il risultato non cambia.  Friggetele  in abbondante olio bollente fino a che non si gonfieranno, toglietele dal fuoco, asciugatele nella carta assorbente da cucina e servitele ancora calde. Con un Golfo del Tigullio Bianchetta.

Placet experiri!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.