La Regione Liguria ha esteso a tutto il mese di gennaio 2021 il periodo di caccia al cinghiale, poiché si è raggiunto solo il 43% del contigente annuale previsto, ma secondo Cia Liguria la misura non è sufficiente.

«La decisione della Regione Liguria era assolutamente necessaria – commenta Aldo Alberto, presidente di Cia Liguria – ma è evidente che occorrono altri interventi da affiancare all’attività venatoria. Chiediamo da tempo impegni precisi per ridurre significativamente la presenza di ungulati che stanno devastando campi e coltivazioni oltre a rappresentare un costante pericolo per le persone».

«Cosa fare?  – conclude il presidente di Cia Liguria – Diffondere le gabbie di cattura e mettere a punto un piano straordinario di catture che vada al di là della semplice proroga dell’ampliamento del periodo di caccia».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.