Brignole-TIM è il nuovo nome della stazione della metropolitana genovese, un’altra fermata a essere associata a un’azienda.

Il marchio dell’operatore telefonico italiano è presente solo nella nuova denominazione, ma anche al centro di un ampio progetto di valorizzazione dell’area che, partendo dall’allestimento della banchina, ha previsto l’installazione di pannelli e teli, gli allestimenti degli ingressi, dell’atrio, delle scale mobili e degli ascensori. La brandizzazione riguarda anche un treno della metro e un autobus Amt.

Clicca qui per il nostro approfondimento

A presentarla ufficialmente stamattina sono intervenuti l’assessore alla mobilità e ai trasporti del Comune di Genova, Matteo Campora, il responsabile brand strategy media & multimedia entertainment di TIM Luca Josi e il direttore generale di Amt Stefano Pesci.

La personalizzazione di TIM è principalmente basata sul lavoro grafico e sensoriale della campagna istituzionale che, focalizzandosi su Genova e le connessioni con la città, sottolinea il ruolo da protagonista della società nello sviluppo tecnologico e nella crescita sociale del Paese. Un ulteriore modo per celebrare i cento anni di innovazione ed evoluzione nelle telecomunicazioni in Italia.

«Ringrazio TIM per aver scelto di affiancarci in questo progetto rivolto a una mobilità urbana sempre più sostenibile – dichiara l’assessore Campora – L’accostamento alla nostra metropolitana da parte di un brand così importante dimostra il ruolo vincente della partnership pubblico-privato e l’attrattività del nostro trasporto pubblico locale arrivato al pari di quello delle grandi metropoli europee. Grazie a questo programma di fundraising cittadini e turisti potranno viaggiare su mezzi sempre più all’avanguardia, confortevoli, veloci ed ecologici. Ci consentirà, inoltre, di riqualificare le fermate e di migliorare il servizio anche in vista della futura estensione della metro nei tratti Brin-Canepari e Brignole-Martinez».

«Siamo molto orgogliosi di essere partner del Comune di Genova in questo progetto innovativo finalizzato a migliorare la qualità dei servizi e quindi della vita dei genovesi –afferma Josi – Abbiamo deciso di legare il nostro brand alla stazione di Brignole per consolidare il nostro legame con la città consapevoli della strategicità che riveste questo importante snodo cittadino, ritenendolo il veicolo ideale per far conoscere ad un’ampia platea di cittadini le iniziative che vedranno TIM sempre più protagonista nel prossimo futuro. Lo faremo attraverso un modello di comunicazione coinvolgente e innovativo che arricchirà l’esperienza dei passeggeri».

«Proseguiamo in un percorso di modernizzazione e attenzione al cliente che ci sta dando grandi soddisfazioni − dichiara Marco Beltrami, amministratore unico di Amt − Questo progetto portato avanti con TIM vuole trasmettere un’immagine nuova e più viva della nostra metropolitana. Sono certo che sarà gradito ai nostri clienti. A TIM, che ovviamente ringraziamo, offriamo un traffico passeggeri significativo e in crescita, una metropolitana in espansione. Una bella iniziativa che va nell’interesse di tutti ma soprattutto dei genovesi».

Dopo la fermata de Ferrari-Hitachi, presentata lo scorso novembre, la Brignole-Tim dà continuità al progetto “La tua metropolitana” che, lanciato da Comune di Genova e Amt nel quadro di una nuova visione della mobilità, sta trasformando gli spazi della metro da luogo di passaggio a luogo di attrazione sino a divenire elemento differenziante per lo sviluppo della città. Le prossime stazioni oggetto di renaming e restyling saranno quelle di Dinegro e Sarzano, sponsorizzate rispettivamente da Coop e Terna. Aziende che, con Tim e Hitachi Rail, diventeranno parti integranti della mobilità pubblica a Genova.

La metropolitana di Genova, con un parco treni di 25 vetture, trasporta 14,4 milioni di passeggeri l’anno, 40 mila al giorno. È lunga 7,2 km e conta otto stazioni che si aprono su punti turistici, culturali e commerciali della città rappresentandone un elemento essenziale dal punto di vista della mobilità e un valore importante in termini di sostenibilità ambientale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.