Un ampliamento della concessione demaniale unendo, di fatto le due aree che erano già state rilasciate alla stessa società: la C.D. Nautica srl di Ameglia avrà a disposizione un’area attrezzata di 46 metri quadrati e 23 metri lineari per l’attracco natanti.

«Si tratta di cinque o sei posti barca in più, inoltre avremo la possibilità di utilizzare la struttura per farci un bed & breakfast – spiega Giovanni Bamonte, uno dei soci – in questo modo però avremo maggiore continuità sul territorio».

Il disciplinare tra Regione Liguria (concedente) e C.D.Nautica srl (concessionario) prevede una scadenza al 31 dicembre 2038.

Il canone demaniale per il 2020 (solo per gli ultimi tre mesi dell’anno) è fissato a 390,32 euro, mentre quello dovuto per ogni anno solare è di 1.548, 55 per un importo complessivo di 28.264,22.

C.D. Nautica, che offre servizi di cantieristica e rimessaggio estivo e invernale, l’anno scorso è riuscita a tamponare i danni dovuti al calo del turismo dovuto all’epidemia da Covid: «Nel 2020 abbiamo concluso più o meno sul nostro solito fatturato: circa 500 mila euro – conferma Bamonte – abbiamo lavorato abbastanza d’estate, è andata bene, insomma».

I turisti che usufruiscono del servizio della C.D. Nautica di Ameglia sono principalmente non liguri, soprattutto lombardi.