Tonitto 1939 conquista l’America. L’azienda ligure, tra i leader nel mercato dei gelati e dei sorbetti, ottiene due certificazioni che le permetteranno di avviare l’export verso gli Usa.

Si tratta della certificazione Fda, ovvero Food and Drug Administration, che viene rilasciata a ogni azienda italiana intenzionata a esportare prodotti alimentari in Usa. Uno status che attesta come i prodotti destinati ai cittadini americani siano sicuri, salubri, igienici ed etichettati correttamente. Per Tonitto 1939 un primo ma fondamentale passo per avviare un processo di esportazione negli Stati Uniti di sorbetti e gelati, realizzati all’interno dello stabilimento di Campi a Genova.

La seconda certificazione, ricevuta dall’azienda di proprietà della famiglia Dovo da tre generazioni, è invece l’Aeo Full, ovvero Authorized Economic Operator, che garantisce uno status di azienda affidabile riconosciuta dall’Amministrazione doganale italiana: una condizione garantita del soggetto in questione sulla sua affidabilità riguardo alle autorità doganali che certifica un rigoroso rispetto delle normative doganali e della sicurezza sui prodotti.

L’obiettivo è approdare negli Stati Uniti nel 2021, puntando su prodotti come il Sorbetto e i gelati Gaia (vegan) e Linea (senza zuccheri aggiunti).

«La nostra volontà è quella di proseguire costantemente nel nostro processo di sviluppo anche e soprattutto a livello internazionale − spiega Luca Dovo, amministratore delegato di Tonitto 1939 − Essere riusciti a conquistare queste due certificazioni ci apre nuovi scenari, ancora inesplorati, che contiamo di concretizzare nei prossimi anni. L’export resta una parte fondamentale ed essenziale della nostra attività, tant’è che esportiamo già in più di 30 Paesi in tutto il mondo, dall’Europa fino alla Cina. Per questo continuiamo a investire molte risorse per dare continuità al rafforzamento della nostra gamma».

Già nel 2020 i risultati ottenuti in diversi Paesi europei sono stati di alto spessore. In Norvegia Tonitto 1939 è stata protagonista con il rilancio della Coppa Famiglia all’interno della catena della gdo Rema 1000: un successo dettato dalla qualità certificata degli ingredienti utilizzati e dal nuovo packaging ancora più innovativo rispetto al passato, quando nel 1997 venne lanciata sul mercato internazionale in versione trasparente.

Nonostante un anno caratterizzato dalle conseguenze della pandemia, Tonitto 1939 chiude il fatturato 2020, pari a 9,5 milioni di euro, in crescita di oltre il 15% rispetto al dato del 2019, in linea con le previsioni presenti nel piano. La volontà è di raddoppiare i ricavi entro il 2023. E proprio entro il 2023 l’obiettivo è quello di far crescere il peso dell’export sul fatturato, dall’attuale 40% al 60%.

«In questo primo anno, abbiamo dimostrato che il progetto iniziato a fine 2019 è realizzabile se tutta l’azienda resta concentrata sull’obiettivo e tutti lavoriamo intensamente − afferma Dovo − La nostra missione però resta sempre quella di regalare a tutti un momento di piacere, gioia e felicità grazie a prodotti di qualità, innovativi e sostenibili. Solo così riusciremo a raggiungere e a tagliare i traguardi che ci siamo prefissati».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.