L’Università Europea Ulysseus, di cui è partner anche l’Università di Genova, inizia i suoi lavori giovedì 17 dicembre, con un incontro di lancio al quale parteciperanno i sei rettori delle università partner di questa alleanza nell’ambito del programma Erasmus Plus.

Miguel Ángel Castro, rettore dell’Università di Siviglia (coordinatore del progetto);
Federico Delfino, rettore dell’Università di Genova (Italia);
Jeanick Brisswalter, presidente dell’Université Cote d’Azur (Francia);
Stanislav Kmeť, rettore dell’Università Tecnica di Košice (Slovacchia);
Andreas Altmann, rettore del Mci The Entrepreneurial School (Austria);
Teemu Kokko, presidente dell’Università di Scienze Applicate Haaga-Helia (Finlandia).

L’incontro, che si svolgerà online data l’attuale situazione di emergenza sanitaria, servirà come punto di partenza per la pianificazione di un progetto che coinvolge più di 180 mila studenti, oltre che accademici e personale e che ha ricevuto un finanziamento di cinque milioni di euro dalla Commissione Europea.

Con questa iniziativa, i suoi promotori mirano a generare un’alleanza a lungo termine, con una struttura e una strategia unificata per l’istruzione e la ricerca, legata alle priorità delle città e delle regioni delle università coinvolte nel progetto.

Dopo la riunione dei rettori, il vicerettore per l’internazionalizzazione dell’Università di Siviglia, Carmen Vargas, illustrerà gli obiettivi generali del progetto con la presentazione del rapporto esecutivo di Ulysseus, che avrà luogo alle 10:30 e potrà essere seguito in diretta su TvUS. I diversi responsabili dei piani di lavoro illustreranno poi le loro aree di lavoro e redigeranno i piani d’azione.

I sei partner dell’alleanza mirano a contribuire alla sua competitività, a rafforzare il suo carattere innovativo e a migliorare la capacità occupazionale dei cittadini nelle rispettive aree di influenza, nonché a promuovere tra i suoi studenti e dipendenti un esercizio attivo della cittadinanza, dell’inclusione sociale, della coesione e dello sviluppo personale. A tal fine, il progetto ha il sostegno di oltre 95 partner, tra cui consigli locali, governi regionali, aziende, think tank e Ong.

Le attività di Ulysseus si svilupperanno in un campus digitale e regionale che comprenderà centri di ricerca, incubatori d’impresa, laboratori viventi e aule aperte, nonché una piattaforma digitale per l’interazione di tutta la comunità. Avrà sei poli di innovazione, situati nella sede di ciascuno dei partecipanti, che si concentreranno sulle seguenti sfide:

Invecchiamento e benessere (Università della Costa Azzurra)
Turismo, arte e patrimonio (Università di Genova)
Intelligenza Artificiale (Università Haaga Helia)
Energia, trasporti, mobilità e Smart Cities (Università di Siviglia)
Digitalizzazione (Università Tecnica di Košice)
Alimentazione, biotecnologia ed economia circolare (MCI The Entrepreneurial School)

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.