La Borsa di Milano ha aperto in calo. Il primo indice Ftse Mib cede lo 0,22% a 22.129 punti e con il passare degli scambi aumentano le perdite. In calo Cnh Industrial (-2,19%) e Leonardo (-2,08%). Perdite anche per Banca Mediolanum (-2,02%). Tra i rialzi solo Diasorin supera l’1% a +1,72%.

Contrastate le Borse europee: Francoforte -0,32%, Parigi -0,26% mentre è in rialzo Londra a +0,24%.

Borse asiatiche in calo in attesa dei dettagli sul piano degli Stati Uniti per stimolare la crescita economica. In calo Tokyo (-0,76%).

In arrivo pochi dati macroeconomici. Prevista la produzione industriale della Germania, i prezzi delle abitazioni nel Regno Unito e la fiducia degli investitori nell’Eurozona.

Quotazioni del petrolio in calo sul mercato after hour di New York con i prezzi che risentono della decisione dell’Opec+ dei giorni scorsi di aumentare a partire da gennaio la produzione di 500 mila barili al giorno. Il greggio Wti perde lo 0,63% a 45,93 dollari al barile; il Brent scende dello 0,5% a 48,97 dollari.

Nei cambi quotazioni dell’euro senza sensibili variazioni in avvia di giornata: la moneta unica europea passa di mano a 1,2124 dollari (1,2127 venerdì sera dopo la chiusura di Wall street). L’euro si apprezza sullo yen a 126,18.

Lo spread tra Btp decennale italiano e corrispondente Bund tedesco è in lieve aumento a 114 punti base. Il rendimento è a +0,56%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.